Eboli, aperta una spiaggia gratuita accessibile a tutti

Giugno 2018

Il servizio è organizzato con assistenza al disabile sulla spiaggia, con job sedie che possono essere utilizzate sia per accompagnare i disabili ai servizi igienici, sia per gli spostamenti sull’arenile.

Da oggi in località Marina di Eboli è stata allestita la nuova spiaggia accessibile gratuitamente a tutti i cittadini, con pedane in legno usufruibili con praticità. Il progetto ha trovato il riscontro favorevole da parte di varie associazioni e ha incassato anche il via libera del Disability Manager della Città di Eboli, Generoso di Benedetto. Realizzata dalla società Security Point, la nuova spiaggia rientra in una serie di migliorie volute dall’Amministrazione comunale e relative anche al piano parcheggi lungo la fascia costiera.

Unica spiaggia pubblica completamente accessibile, con 15 posti ombrelloni, tutti accessibili con pedana singola ed in forma grauita. Il servizio è organizzato con assistenza al disabile sulla spiaggia, con job sedie che possono essere utilizzate sia per accompagnare i disabili ai servizi igienici, sia per gli spostamenti sull’arenile. Nelle adiacenze dell’area, inoltre, è stata predisposta la centrale operativa di primo soccorso, con torretta di avvistamento per il nucleo centrale di vigilanza ed allestito anche un gazebo Asl con servizio sanitario, operativo dalla mattina alla sera, con infermieri, un defibrillatore in dotazione e l’ambulanza con i volontari per il primo soccorso.

Soddisfatto l’assessore comunale alle politiche sociali Lazzaro Lenza: “Abbiamo pensato di offrire un servizio sia ai diversamente abili, che agli accompagnatori ed il supporto della struttura sanitaria di primo soccorso e di salvamento sta a garanzia e tutela della salute di tutti i frequentatori dell’area”. Per tutto il periodo estivo, inoltre, vari momenti di animazione saranno organizzati sulla spiaggia. “Il nostro è un progetto ambizioso, destinato a crescere e che ha già incassato riscontri favorevoli. Siamo stati già contattati da strutture che si occupano di disabilità e che operano fuori provincia – ha aggiunto il sindaco Massimo Cariello – Ci hanno chiesto di usufruire della nostra spiaggia per qualche giorno, nel segno dell’integrazione e della socializzazione. Ogni nostra azione di governo ha caratteristiche inclusive, guardando ai bisogni di ciascuno e moltiplicando gli sforzi per consentire a tutti una vivibilità piena”.

Articolo preso dal sito web www.salernotoday.it

Potrebbe interessarti: http://www.salernotoday.it/cronaca/eboli-inaugurata-spiaggia-gratuita-disabili-1-agosto-2017.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/SalernoToday/123077434434265

Aspasso: la bicicletta che cambia la vita ai disabili

Giugno 2018

Immaginate di vivere in una città pianeggiante come Fano o Pesaro, dove il mezzo ideale per muoversi è la bicicletta, ma di non poterla utilizzare perché disabile. Per fortuna questo incubo di tanti sta per finire grazie ad “Aspasso“, la bicicletta per disabili importata in esclusiva in Italia da un’azienda marchigiana.

Ho saputo di questa meraviglia da un amico senigalliese che lavora in Olanda – ci spiega Alberto Franceschini, titolare della Protec Ambiente – e sono andato a visitare la fabbrica Vanraam nei Paesi Bassi. Si tratta di un’azienda che produceva biciclette normali, ma quando il il titolare è diventato disabile ha convertito completamente la produzione a biciclette speciali. Mi sono innamorato di questo progetto e anche se la mia azienda si occupa di tutt’altro ho deciso di importarle in Italia. Lo facciaimo, io ed i miei collaboratori, più per passione e per spirito civico che per altro. Tant’è vero che il prezzo di vendita che applichiamo in Italia è più basso di quello olandese“.

Attualmente, tra i tantissimi modelli prodotti in Olanda dalla Vanraam la Protec Ambiente ne importa quattro. Aspasso. Che permette di caricare qualsiasi tipo di carrozzina. Opair. Che ha una carrozzina personalizzata incorporata e che può anche essere staccata. Fun2go. Un tandem con due ruote posteriori, dove entrambi i passeggeri possono pedalare, ma uno solo guida. Kivo. Un tandem adulto-bambino – dove il controllo rimane completamente all’adulto, ma il bambino sta avanti, in modo da avere una visuale migliore.

Sono biciclette facilissime da usare – spiega Alberto Franceschini – caricare una carrozzina sulla pedana è immediato perché la pedana si abbassa e poi, una volta caricata la carrozzina, si rialza da sola con il suo peso. E sono anche molto resistenti e dotate di pedalata assisitita. Ne abbiamo comprata una tre anni fa e l’abbiamo prestata davvero a tantissime persone: è ancora in condizioni perfette“.

foto di Michele Pinto

Il prezzo di queste biciclette è ovviamente maggiore di quello di una normale bici elettrica. Ma con la collaborazione di Banca Etica è possibile acquistarle a rate. Inoltre sono acquistabili dalla pubblica amministrazione senza problemi perché inserite nel MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione).

Credo fortemente che l’impresa, quando va bene, deve fare qualcosa per il sociale – continua Alberto Franceschini – e l’espressione dei ragazzi che nella loro vita per la prima volta salgono su una bicicletta, o che riprendono possesso della città grazie a una delle nostre biciclette ci dice davvero che ne vale la pena.
Qualche giorno fa un ragazzo di 20 anni nato con una malfrmazione alla gambe mi ha detto: ‘Non avevo mai provato la sensazione dell’aria in faccia’.
“.

Oggi le biciclette per disabili in giro in Italia sono ancora molto poche. Ne hanno acquistate alcuni Rotary Club, come quelli di Padova e Cortina, per regalarli ad alcune località turistiche dove sono a disposizione dei disabili per rendere ancora più piacevole la loro vacanza.

Per maggiori informazioni:
ProTec Ambiente S.r.l.
S.S. Adriatica Nord 51/15
60019 Senigallia (AN)
Tel. 0716610013
http://www.protecambiente.it/t/Mobilita_Urbana/ps/21

Articolo preso dal sito web www.viverepesaro.it

Bari, a Torre Quetta la passerella per i disabili

Giugno 2018

È cominciato il montaggio della Sea track Tobea, una passerella alimentata ad energia solare con due binari su cui scorre una sedia studiata per portare chi ha disabilità motorie direttamente in acqua dalla spiaggia.

BARI – Procedono i lavori di allestimento della spiaggia di Torre Quetta secondo quanto previsto dal progetto che si è aggiudicato la concessione prevista dalla procedura pubblica indetta dal Comune.

Mentre sono ancora in corso le attività di montaggio della piscina prefabbricata posizionata nell’area a sud del lido pubblico, quasi in corrispondenza dell’ingresso della stazione ferroviaria di Torre Quetta, è cominciato oggi il montaggio della Sea track Tobea, una passerella alimentata ad energia solare con due binari su cui scorre una sedia studiata per portare chi ha disabilità motorie direttamente in acqua dalla spiaggia.

«Credo questa sia la giornata più importante per la nuova vita di Torre Quetta – spiega l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone -. Con l’installazione di questo nuovo ausilio possiamo finalmente dire che questa spiaggia e il nostro mare appartengono davvero a tutti».

Articolo preso dal sito web www.lagazzettadelmezzogiorno.it

E’ ACCESSIBILE LA “TREETOP WALK” IN SVIZZERA, LA SPETTACOLARE PASSEGGIATA SUGLI ALBERI NELLE COLLINE DEL CANTON SAN GALLO

Giugno 2018

Treetop walk in Svizzera, ossia come passeggiare in cima ad una vetta e avere sotto alberi boschi e vallate. Qui, a Mogelsberg, tra le verdi colline del Canton San Gallo, è stato appena inaugurato proprio il primo treetop walk svizzero. Una camminata sospesa tra gli alberi, guardando il mondo da tutt’altro punto di vista.

Il percorso – accessibile ai disabili e ai bimbi su passeggino – si snoda per 500 metri dolcemente dal suolo della foresta verso le cime degli alberi: un’esperienza naturale unica in cui si è praticamente immersi nella flora e nella fauna di una delle zone più belle della Svizzera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo il ponte pedonale sospeso più lungo al mondo, questo Paese non smette di stupirci con le sue passeggiate nel bel mezzo di un verde strepitoso, dove un hi-tech assolutamente compatibile con la natura offre ora una passeggiata su una comoda e ampia pedana in legno.

Circa 40 fermate invitano a scoprire gli alberi, ad ascoltare i suoni della foresta, ad osservare gli animali del bosco o semplicemente a rilassarsi. E, se per le famiglie può essere più adatto il sentiero Necki, un itinerario circolare diviso in quattro tappe che porta attraverso prati e boschi, ponti e ciclabili, tra ruscelli e rapide, i più temerari possono anche arrampicarsi su una piattaforma panoramica alta 50 metri, da cui godere di una vista mozzafiato di tutta la valle Neckertal fino a Churfirsten e Appenzellerland.

E non finisce qui: tutt’attorno al sentiero ci sono anche strutture per la ricreazione e il relax, e poi un percorso fitness, una capanna di tronchi, un percorso avventura nel bosco, aree barbecue, aree di sosta, un parco giochi per bambini e un laghetto naturale da sogno.

Il sentiero Treetop Neckertal offre, infine, un parcheggio per sedie a rotelle, con ulteriori posti auto a 15/30 minuti a piedi. Per i visitatori che arrivano con i mezzi pubblici, una passeggiata di 40 minuti conduce direttamente dalla stazione ferroviaria di Mogelsberg a Steinwäldli.

Qui trovate tutte le informazioni.

Articolo preso dal sito web www.greenme.it

HOTEL EUROPA, ANCONA

Giugno 2018

NOME Hotel Europa, tre stelle

LUOGO Ancona, Italia

INDIRIZZO Via Sentino 3, 60126 Ancona, Italia

RAGGIUNGIBILITA’ E POSIZIONE Situato nel quartiere Torrette di Ancona, vicino al mare, all’ospedale regionale e all’università, e a 3,5 km dalla stazione ferroviaria, dal porto e dal centro storico. Sorge in una zona tranquilla e leggermente decentrata ma allo stesso tempo vicino a molti punti di interesse: – porto di Ancona 4,6 km  – Monte Conero 15 km  – aeroporto di Ancona-Falconare 8 km. L’Hotel Europa consente un facile accesso alla strada statale SS 16, utile per raggiungere direttamente l’autostrada e l’aeroporto di Falconara Raffaello Sanzio.

ENTRATA PRINCIPALE Di fronte all’hotel vi è il posteggio dedicato agli ospiti e, proprio davanti all’ingresso, c’è un parcheggio riservato agli ospiti disabili che, dopo aver posteggiato, possono raggiungere la hall tramite una piccola rampa.

CAMERA Numero 110 al primo piano, raggiungibile tramite ascensore. Questa stanza non è molto spaziosa, con la sedia a rotelle si arriva dappertutto ma senza agio. Due letti singoli con spazio a sufficienza tra uno e l’altro per accostarsi con la carrozzina. E’ munita di Tv, scrivania, aria condizionata.

BAGNO Perfetto secondo il mio punto di vista. Sicuramente più ampio della camera, con lavandino abbassato a misura di sedia a rotelle, wc rialzato con buco in mezzo, doccetta e maniglioni ai lati. Doccia con seggiolino e maniglioni.

SERVIZI Posteggio gratuito, free wi-fi, bar, ristorante, reception 24 ore su 24, disponibilità di camere familiari, animali ammessi.

 

STRING BOX, IL COFANETTO DI VIAGGI PER DISABILI

Giugno 2018

Nato da un partenariato europeo che ha vinto un bando Ue, è supportato da Fondazione Crt e Regione Piemonte per l’Italia, da EFC European Foundation Centre per il Belgio, Fondacion Once per la Spagna e Sozopol Foundation per la Bulgaria. Alla sua realizzazione hanno partecipato 6 tour operator specializzati in turismo accessibile: Akita Tour  per l’Italia, Dena Travel in Spagna, Sozopol-Tour in Bulgaria, Accessible Portugal per il Portogallo, Weitsprung-reisen per la Germania e ChrisTravel in Danimarca.

Il cofanetto, per ora disponibile su 3 destinazioni, Piemonte, Avila in Spagna e Sozopol in Bulgaria, presenta soluzioni di tour enogastronomici, attività all’aria aperta e visite culturali ‘for all’, fornendo un nuovo strumento in grado di rendere i viaggiatori con disabilità finalmente autonomi nel pieno rispetto delle pari opportunità.

La vendita dello String Box sarà inoltre caratterizzata da una iniziativa di welfare generativo.

Chi lo acquisterà per regalarlo potrà, infatti, richiedere che il 20 per cento del valore dello stesso venga devoluto al sostegno di un’associazione che operi nel campo dei diritti per le persone con disabilità ed esigenze specifiche.

Articolo preso dal sito www.ttgitalia.com

Axa lancia Fizzy, acquistabile su web e da mobile, indennizza in automatico in caso di ritardo del volo. Attualmente copre oltre 800.000 voli

Giugno 2018

Axa rivoluziona l’esperienza cliente nel mercato italiano con Fizzy, assicurazione viaggio acquistabile su web e da mobile che indennizza in automatico in caso di ritardo del volo. Se il volo ha più di due ore di ritardo, il cliente viene indennizzato in maniera immediata e automatica. Il tutto con la garanzia della tecnologia blockchain, che assicura l’inviolabilità dei dati e consente di calcolare l’entità del rimborso in anticipo in tutta sicurezza e trasparenza.

Nessun modulo da compilare e nessuna trafila burocratica o tempi di attesa stressanti: il volo viene rimborsato non appena l’aereo atterra. Totale sicurezza e trasparenza, inoltre, grazie all’innovativa combinazione di assicurazione parametrica e tecnologia blockchain, che assicurano l’inviolabilità di dati e contratti e di conoscere in anteprima l’entità del rimborso.

La portata rivoluzionaria è anche nella totale assenza di esclusioni assicurative: l’indennizzo non dipende dalla motivazione del ritardo, sia che si tratti di condizioni metereologiche, di guasti agli aeromobili o problematiche aeroportuali.

“Axa Italia mette di nuovo la tecnologia al servizio del cliente: con Fizzy lanciamo la prima assicurazione viaggio al mondo basata su tecnologia blockchain, semplice, automatica, trasparente, sicura e immediata. Vogliamo portare i nostri clienti in un mondo più accessibile e più veloce, grazie al rilascio continuo di innovazioni concrete e di valore, al pari delle aziende della new economy – ha dichiarato Patrick Cohen, ceo del Gruppo Axa Italia -. Fizzy fa tutto da sola, è talmente semplice da utilizzare da non aver bisogno nemmeno di un touch per attivarsi”.

L’utente potrà acquistare la polizza tramite il sito https://fizzy.axa seguendo le istruzioni, in qualsiasi momento entro il limite di 15 giorni prima della partenza del volo. Da quel momento la polizza viene registrata su un circuito immutabile basato sul sistema blockchain Ethereum, che crea un “contratto intelligente” e che dopo aver memorizzato i dati gestisce autonomamente i pagamenti, garantendo sicurezza, trasparenza e immediatezza, in quanto l’indennizzo dei costi del volo viene effettuato automaticamente non appena il sistema registra il ritardo.

Fizzy è un’assicurazione parametrica, dal momento che il costo della polizza si basa su un parametro, e nello specifico dati storici dei voli aerei degli ultimi 7 anni, attraverso l’utilizzo di algoritmi che agiscono tenendo conto di variabili quali il giorno del volo, l’orario o l’aeroporto di partenza.
Attualmente la polizza copre le principali tratte europee e internazionali da e verso gli aeroporti di Milano Linate, Milano Malpensa, Bergamo Orio Al Serio, Roma Fiumicino e Roma Ciampino e copre attualmente oltre 800.000 voli.

Articolo preso dal sito www.guidaviaggi.it 

VOI SCEGLIETE DI ANDARE IN VACANZA IN BASE AL CIBO? IO NO!

Giugno 2018

Dimmi cosa mangi e ti dirò che viaggiatore sei: secondo una ricerca 6 turisti su 10 scelgono la loro meta in base alla cucina del luogo

Relax, avventura, spiagge, arte, sport: i classici ingredienti che entrano nel frullatore quando dobbiamo decidere dove andare in vacanza, ognuno in base ai suoi gusti. Ma ce n’è un altro che sta diventando sempre più importante per i turisti, e non si tratta certo di una sorpresa: il cibo locale. Lo conferma un sondaggio del portale Booking.com, che ha raccolto indicazioni e preferenze di oltre 50mila viaggiatori di tutto il mondo.

QUANTO CONTA IL CIBO NEL VIAGGIO 
È emerso che per il 61% dei viaggiatori la qualità dell’offerta gastronomica è un fattore decisivo nella scelta della meta: il cibo è considerato sempre di più una componente fondamentale della vacanza e non un semplice “companatico”, tanto da far pendere l’ago della bilancia in favore di una località piuttosto che un’altra. Anzi, il 34% (nei millennial si sale al 40%) ha in programma un viaggio incentrato specificamente sul cibo. Cresce anche la voglia di sperimentare tradizioni e sapori diversi: il 49% (e il 60% dei millennial) ha intenzione di avere un approccio alle cucine locali più avventuroso nei suoi viaggi del 2018. Il 64% ha dichiarato che in vacanza mangerà più piatti tipici di quanto faceva in passato.

I CONSIGLI FOOD DI BOOKING 
Partendo dalle recensioni sul suo sito, Booking ha individuato alcune delle mete più gettonate e interessanti per chi desidera andare alla scoperta di nuove esperienze gastronomiche. Va forte l’Asia: Ipoh in Malesia, Kaohsiung a Taiwan, Nagoya in Giappone, Johor Bahru in Malesia, Ho Chi Minh in Vietnam. In Europa ecco Catania, Sarajevo, Belgrado e Colmar (Francia), in Sud America invece João Pessoa in Brasile e Lima in Perù.

Per lo street food (di cui andrà a caccia il 51% dei turisti del sondaggio), i consigli segnalano Jeonju in Corea del Sud, Hsinchu a Taiwan, Marrakech in Marocco, New York e Città del Messico. Categoria emergente, infine, i food truck: le città su cui puntare sono Portland, San Paolo, Istanbul, Seul e Bangkok.

Articolo preso dal sito www.quotidiano.net

UlisseFest: a Rimini il festival dei grandi viaggiatori

Giugno 2018

Dall’8 al 10 giugno Rimini ospita il festival di Lonely Planet: 60 incontri in 3 giorni per parlare di viaggi con grandi viaggiatori. Ecco cosa si fa e perché non perderselo

Si parlerà di cammini, viaggi slow o estremi tra montagne, mari e ghiacciai, viaggi in bicicletta, scrittura di viaggio, viaggi in solitaria o in compagnia, durante reading, proiezioni cinematografiche, ma anche concerti, spettacoli: in tutto 60 incontri con 120 ospiti in tre giorni. Accadrà all’Ulisse Fest, il festival di viaggio di Lonely Planet, che dall’8 al 10 giugno sarà a Rimini, nel cuore dell’Emilia Romagna che la stessa Lonely Planet ha appena eletto prima meta di viaggio in Europa di quest’anno.

Il tema di quest’anno è Al di là del mare, inteso come invito ad allargare i propri orizzonti, a comprendere a fondo il viaggio dei migranti che al di là del mare cercano la vita, ma anche un omaggio alla Rimini romana e rinascimentale che oltre alle spiagge che l’hanno resa capitale turistica, è una città carica di storia e di luoghi di grande bellezza , molti dei quali legati al suo cittadino più celebre: Federico Fellini.

GLI OSPITI
Come il Grand Hotel che quest’anno compie i 110 anni, e il cinema Fulgorappena ristrutturato con un progetto del premio Oscar Dante Ferretti: saranno tra i luoghi clou del festival, e le sale del cinema dove Fellini imparò ad amare il cinema ospiteranno uno degli incontri con i protagonisti più attesi di questa seconda edizione dell’Ulisse Fest. Si tratta di Tony Wheeler, il mitico fondatore di Lonely Planet che, ispirato da un trekking lungo la hippie trail nel 1972, pensò a una guida di viaggio fatta da viaggiatori, per esplorare il mondo per capire il mondo. Sarà protagonista di un incontro la sera del 9 giugno durante il quale gli autori italiani delle guide di Lonely Planet gli chiederanno tutto quello che tutti noi vorremmo sapere da lui, il più grande viaggiatore vivente.

Tanti gli ospiti di primo piano: per esempio lo scrittore Niccolò Ammaniti che racconterà l’esperienza che lo ha portato a vestire i panni del documentarista e a portare sullo schermo, nel documentario The Good Life, le vite di italiani che hanno ritrovato se stessi lungo il Gange, Lara Gilmore che racconterà l’esperienza della onlus Food for Soul per valorizzare il buono nel mondo che ha fondato con suo marito Massimo Bottura, il documentarista e motociclista Emerson Gattafoni che svelerà storie avventurose, lo scrittore Paolo Giordanoche parlerà del suo ultimo libro Divorare il Cielo, lo scrittore e giornalista scientifico James Nestor che condurrà in un viaggio negli abissi marini.

E per chi vuole imparare a raccontare il viaggio, ci saranno anche diversi workshop: laboratori di scrittura (uno dei quali con Giuseppe Culicchia, in collaborazione con la Scuola Holden), fotografia e carnet de voyage. I workshop sono gli unici appuntamenti a pagamento (e su prenotazione), insieme allo spettacolo finale Da questa parte del mare di Giuseppe Cederna tratto dal libro omonimo di Gianmaria Testa: un grande racconto dei nostri ultimi vent’anni per storie e canzoni attraverso le migrazioni umane.

LA FESTA
E poi tanto cinema con, tra gli altri, il film Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado Il sale della terra, dedicato al grande fotografo brasiliano, e musica con i concerti del siriano Omar Souleyman, e la brasa band di Boban Marković Orkestar, e dj set che animeranno il lungomare dalle 7 di sera fino a tarda notte. Per il programma completo cliccate su www.ulissefest.it.

Articolo preso dal sito www.vanityfair.it

 

ADDA BEACH, INAUGURATO IL NUOVO COMPLESSO ESTIVO A VILLA D’ADDA!

Giugno 2018

NOME: Adda Village

LUOGO: Villa d’Adda, Bergamo

INDIRIZZO: Via al Porto 12, 24030

TELEFONO: 035-784812

EMAIL: addafood@yahoo.com

SITO WEB: www.addabeach.it 

Adda beach e’ una location immersa nel verde parco Adda nord. Oltre alla piscina di ben 27 mt la struttura offre: lettini, ombrelloni, Campetto da beach volley /soccer dove organizzare i vostri tornei, area relax attrezzata di comode sdraio, docce spogliatoi, ristorante/pizzeria e servizio bar. Oltre a questo gode di un fantastico ostello munito di ben 6 camere con servizi privati .

ACCESSIBILITA’ IN SEDIA A ROTELLE: l’intero complesso è privo di barriere architettoniche. Tramite delle rampe è possibile accedere a tutte le aree senza nessun problema. Bagno per disabili.

RISTORANTE PIZZERIA: propone piatti a la carte, pizze e ampia scelta di vini.

OSTELLO: Hostello Adda è un ostello che si trova all’interno del complesso sportivo Adda Beach               È ubicato proprio sulla riva sinistra del fiume Adda, in uno degli scorci più suggestivi del Parco Naturale Adda Nord: un contesto particolarmente incantevole grazie all’armonia del suo paesaggio che renderà il vostro soggiorno unico! L’ostello è composto da sette accoglienti camere con bagno privato, Ha una capacità ricettiva complessiva di 30 posti letto.Accesso con rampa e bagno per disabili disponibile in una camera. A disposizione dei clienti ci sono il servizio di prima colazione, piscina, campi sportivi oltre a quelli del bar, ristorante e pizzeria.

EVENTI: Concerti, feste, Dj Set….Un palco per tutta l’estate dove si esibiranno band e artisti per serate indimenticabili… Vi aspettiamo per i vostri eventi privati: festeggiate da noi compleanni o altri anniversari!

Il punto di forza di ADDA BEACH è la posizione, sulla rotta di una parte del cammino di Sant’Agostino che da Padova porta a Lecco. La cortesia è la disponibilità del personale è la ciliegina sulla torta di questo splendido complesso dove sembra di essere ogni giorno in vacanza!