Category Archives: Senza categoria

8 DICEMBRE

Buongiorno a tutti!

Oggi si festeggia l‘Immacolata Concezione. Il Natale è alle porte e la gente è in giro per le compere.

Le città sono addobbate e piene di mercatini artigianali dove comprare oggetti e prodotti tipici.

Perché non approfittarne? Le decorazioni e i mercatini rendono le piazze e le città ancora più interessanti da visitare.

Dove andrete? Milano, Roma, Firenze o, perché no, una capitale europea?

A me piacerebbe visitare San Gregorio Armeno, strada del centro storico di Napoli celebre per le botteghe artigiane dei presepi.

Buon 8 Dicembre!albero2

IL RIENTRO

Secondo il mio punto di vista è piacevole anche tornare a casa dopo un viaggio.

Si hanno le fotografie da riguardare che testimoniano le esperienze vissute e si hanno le idee da riordinare in testa.

Ci si rilassa nel proprio ambiente se il viaggio è stato faticoso.

E, perché no, si può pensare a programmare una nuova partenza.

Voi cosa ne pensate?viaggio-nel-tempo

NOSTALGIA CANAGLIA

PER METTERSI IN VIAGGIO

C’E’ BISOGNO DELLA NOSTALGIA DI QUALCOSA…

Siete d’accordo con questa frase? Io parto anche quando non mi sento nostalgica nonostante in questo periodo lo sia…

Avrei tanta voglia di tornare a New York anche se ci sono stata tante volte…IMG_6403

Per me è come tornare a casa…

Nel periodo natalizio NYC è più bella che mai!

Sogniamo ma soprattutto viaggiamo!download

TURISTA O VIAGGIATORE?

Non si considerava un turista bensì un viaggiatore, e spiegava che si tratta in parte di una differenza temporale. Dopo poche settimane, o pochi mesi, il turista si affretta a tornare a casa; il viaggiatore, che non appartiene ad alcun luogo in particolare, si sposta lentamente da un punto all’altro della terra, per anni.
(Paul Bowles)travel-1024x716

COME ORGANIZZARE IL VIAGGIO DI UN DISABILE

Al giorno d’oggi, fortunatamente, il disabile cerca di vivere una vita il più normale possibile. Lo può e lo riesce a fare soprattutto perché, rispetto al passato, ci sono meno pregiudizi, le barriere architettoniche si sono ridotte e le possibilità di integrarsi nella società sono maggiori. Da quando sono costretta su una sedia a rotelle ho lottato con tutte le mie forze per cercare di rendere la mia vita piacevole, interessante ma soprattutto attiva. Un grande aiuto l’ho tratto dai viaggi, che mi hanno fatta sognare ad occhi aperti e mi hanno sostenuta nel pensare che tutti possono avere la possibilità di girare il mondo. Purtroppo non ogni luogo è completamente accessibile, ma tanto è stato fatto e spero che si farà altrettanto in futuro. L‘Italia è meno attrezzata a ricevere un disabile rispetto all’estero anche se,  dai primi anni dopo il mio incidente, ci sono stati dei miglioramenti.simbolo-disabili

In tanti si chiederanno come procedere nell’organizzazione di un viaggio senza avere problemi e senza trovare sorprese. Io mi rivolgo ad una agenzia di viaggi fidata che si occupa di ogni particolare. Ma si può fare anche tutto da soli. Partiamo dal volo aereo. Nel mio caso, e per tutte le persone con mobilità ridotta, bisogna richiedere una speciale assistenza consistente in una persona che, all’aeroporto, ci accompagna dal check in al metal detector fino all’imbarco. Da qui veniamo introdotti in aereo con una seggiolina stretta che, passando nel corridoio, ci porta al posto assegnato. Un disabile può viaggiare anche da solo in quanto l’aiuto è assicurato. Come fare la richiesta di assistenza speciale? Ogni sito internet delle compagnie aeree ha una parte dedicata alle prenotazioni disabili, basta leggere e seguire le istruzioni. Dove non la si trova bisogna mandare una e-mail o chiamare. La seggiolina che passa attraverso i corridoi dell’aereo è tenuta a bordo e viene utilizzata in volo dal personale in caso di necessità della toilette.

Veniamo ora alla prenotazione degli hotel. Ci sono numerosi siti dove prenotare alloggi, dai motel ai resort più lussuosi. Per sapere se l’albergo al quale si è interessati è munito di camere accessibili basta mettere il nome in Google e verificare la disponibilità a riguardo. Avere una camera comoda con il bagno adeguato è importantissimo perché ci rende autonomi come quasi se fossimo a casa nostra. Naturalmente qualsiasi agenzia di viaggi è in grado di fornirvi questo servizio.

Se si desidera fare dei tour in giro per il mondo bisogna verificare quindi non solo le accessibilità degli hotel proposti, ma anche quelle dei luoghi intenzionati a vedere. Le Americhe e l’Oceania sono completamente prive di barriere architettoniche. L’Europa si sta adeguando parecchio a riguardo, mentre l’oriente è più difficile da girare ma non impossibile. Come ho scritto in qualche mio articolo contenente nel blog, in oriente è possibile prendere una persona che aiuta il disabile negli spostamenti ma soprattutto che lo facilita nella visita dei vari templi e dei siti con i gradini. Io ho provato questa esperienza più di una volta e vi posso assicurare che sono riuscita a vedere ogni singola cosa e a fare tutto ciò che facevano gli altri. Se poi capita di non potere visitare qualche interno o di non salire in cima a un monte pazienza… Bisogna essere capaci di riconoscere i propri limiti.

Per tutti coloro che non lo sapessero, in Italia il treno è gratuito al disabile, ed è l’unico mezzo di trasporto che non paghiamo. Questo servizio non è però valido all’estero. Anche in questo caso, richiedendo l’assistenza al momento della prenotazione del biglietto, vi verrà fornito l’aiuto necessario per salire e scendere dal mezzo. Purtroppo non tutte le stazioni ferroviarie sono munite dell’elevatore utile specialmente a chi è in sedia a rotelle e questa cosa la reputo molto grave.

Spero di esservi stata utile scrivendo questo mio post. Se avete dubbi o ulteriori domande non esitate a contattarmi!

SOGNI DI VIAGGIATORI

Viaggiando in lungo e in largo per il mondo ho incontrato magnifici sognatori, uomini e donne che
credono con testardaggine nei sogni. Li mantengono, li coltivano, li condividono, li moltiplicano.
Io umilmente, a modo mio, ho fatto lo stesso.images

LA FILASTROCCA DEL VIAGGIATORE

Viaggio all’andata, viaggio al ritorno,

giorno di notte, notte di giorno.

Il tempo gira all’incontrario

non c’è più sonno, non c’è più orario,

non c’è più sonno ma c’è più fame.

Casa è lontana, senti il legame

il mondo è grande ma non sei solo,

anche il coraggio ti segue in volo.

Bello partire, bello arrivare,

ma soprattutto bello viaggiare!

Di SABRINA GIARRATANAIMG_3077

 

SI VIAGGIARE…

Le città sono sempre state come le persone,

esse mostrano le loro diverse personalità al viaggiatore.

A seconda delle città e del viaggiatore,

può scoccare un amore reciproco, o un’antipatia,

un’amicizia o inimicizia.

Solo attraverso i viaggi possiamo sapere dove c’è qualcosa che ci appartiene oppure no,

dove siamo amati e dove siamo rifiutati.

(Roman Payne)viaggi