Tag Archives: bed and breakfast

Amsterdam ha la tassa di soggiorno più cara d’Europa: stangata per i turisti

Amsterdam è diventata vittima del suo stesso successo. Per evitare l’invasione di turisti, dal primo gennaio prossimo la capitale olandese pretenderà dal visitatore straniero 3 euro per notte a persona, più il 7% della tariffa della camera.

Per molti italiani, soprattutto quelli più giovani, Amsterdam è una delle prime tappe di un viaggio fuori dai confini. La capitale delle bici, dei musei, delle stradine, delle case oblique, dei quartieri a luci rosse e dei mille canali è una delle mete più popolari in Europa. Tuttavia, sta lottando contro un turismo di massa che le sta rovinando l’immagine, compromettendo l’identità e violentando le consuetudini locali. La piaga si chiama overtourism: anche qui, infatti, il numero di turisti ha decisamente oltrepassato la soglia fisiologica di accettazione. Qualche cifra? La città conta circa 850.000 abitanti, ma lo scorso anno è stata invasa da più di 20 milioni di turisti (nel 2005 erano la metà). E il trend sembra destinato salire: secondo le stime, nel 2025 si prevedono quasi 30 milioni di arrivi.

immagine scaricata da Google

A partire dal 1° gennaio 2020, Amsterdam aumenterà le tasse di soggiorno per tutti coloro che dormono in albergo, affittano case private o bed and breakfast. E per i turisti sarà una stangata. Già adesso la capitale olandese non è tra le più economiche del Vecchio Continente. Dall’anno prossimo, avrà pure la tassa di soggiorno più cara d’Europa. I visitatori pagheranno in più 3 euro a notte a persona, oltre al 7% della tariffa della camera. A titolo di confronto: Berlino applica una tassa di soggiorno del 5% sul prezzo netto dei pernottamenti; a Roma può arrivare fino a 7 euro, a seconda della categoria di stelle. Ad Amsterdam, invece, si dovranno sborsare quasi 16 euro in più.

Immagine presa da Google

Facciamo un esempio pratico: se una stanza in camera doppia ad Amsterdam in un hotel (con una buona recensione su Booking.com) costa 132,50 euro a notte, la tassa di soggiorno sarà complessivamente di 15,97  euro, ossia 9,97 euro più 3 euro ad occupante. I bambini sotto i 16 anni sono esenti dalla nuova tassa, mentre i campeggi sono in parte risparmiati con un supplemento di 1 euro a notte per adulto. Sarà anche più caro affittare casa attraverso il portale Airbnb: l’imposta esistente verrà aumentata del 10%. Invariata rimane invece la tassa di arrivo di 8 euro per chi raggiunge la capitale in barca. Già da diverso tempo le autorità di Amsterdam stanno discutendo varie misure per contrastare il turismo di massa e quello mordi-e-fuggi. Dallo scorso marzo, ad esempio, le visite guidate attraverso il quartiere a luci rosse sono vietate dalle 19 in poi. Dall’anno prossimo verranno bandite completamente.

Articolo preso dal sito web viaggi.corriere.it

B&B DAY: SI PERNOTTA UNA NOTTE GRATIS IN TUTTI I BED AND BREAKFAST ITALIANI

Febbraio 2017

Il B&B day si sta avvicinando… Nata nel 2006, la “Festa nazionale del bed&breakfast” consente di esaltare questa formula ricettiva che da parecchi anni rappresenta un modo economico di viaggiare.

L’undicesima edizione si svolgerà il prossimo 4 Marzo 2017. Come funziona? Tutti i viaggiatori che lo desiderano pernotteranno gratis una notte in una struttura a scelta prenotando la precedente o la successiva nella medesima. Per maggiori info visitate il sito www.bbday.it

Il bed and breakfast, tipo di accoglienza che ha origini anglosassoni, ha ottenuto un posto importante nella classifica italiana riguardante l’ospitalità. Il B&B permette di alloggiare in strutture più economiche ed in maniera più informale rispetto agli hotel, senza tralasciare gli usi, le tradizioni e le culture delle persone. Sono in molti ad optare per i B&B, tanto che il numero in Italia è cresciuto a tal punto da raggiungere i 25.000.

Il B&B DAY è anche un’occasione per toccare con mano questo mondo e magari decidere di attrezzarne uno proprio! Sono davvero in molti ad aprire o modificare le loro case a turisti e viaggiatori di tutto il mondo. In questo modo si ha l’opportunità di guadagnare qualcosa in più e di dare lavoro anche ad altre persone.

Nel sito www.bbday.it potete scegliere tra queste numerose ed invitanti categorie: MARE, ISOLE, MONTAGNA, NEVE, LAGO, TERME, BORGHI, CAMPAGNA, ANIMALI.

Forza e coraggio… Approfittatene!

LA CITTA’ ETERNA

Roma è apprezzata in tutto il mondo per le sue bellezze, per l’ottimo cibo e per lo stile di vita. Per me che vivo al nord andare a Roma è come respirare una boccata d’aria fresca. I ritmi sono meno frenetici e di conseguenza la vita è meno stressante! E’ una città che offre moltissimo non solo a livello di monumenti e attrazioni perché nella capitale anche la vita notturna è molto intensa e vivace. Ci sono stata quattro volte e credo di non essere ancora riuscita a visitare tutto! Davvero numerosi sono i luoghi d’interesse e i punti strategici dove fermarsi ad osservare il panorama. Non dimentichiamo poi che è l’unica città al mondo ad ospitare al proprio interno un intero Stato, quello della Città del Vaticano. Per tale motivo è spesso definita capitale di due Stati. E’ proprio da qui che voglio iniziare, dallo Stato più potente e ricco dell’intero pianeta. Lo visitai per la prima volta a 14 anni in gita scolastica e ricordo che tornai a casa raccontando di quanto oro avessi visto all’interno della Basilica di San Pietro. Suscita sempre un po’ di emozione entrarci soprattutto se a celebrare la Santa Messa è il Pontefice. La domenica c’è sempre una folla gremita di gente non solo dentro ma anche sul piazzale. Essendo in sedia a rotelle non ho mai avuto particolari problemi dato che lo staff mi permette di evadere la coda per farmi accedere alla Basilica, alla Tombe Vaticane o per posizionarmi nel punto migliore. Tutto è a portata di disabile. Diverse rampe sono state posizionate in varie zone proprio per facilitarci l’accesso. Ho visitato più di una volta anche le Tombe Vaticane che sono sotterranee senza problemi. Lo scorso Aprile mi recai a Roma per la Canonizzazione dei due Papi: Giovanni Paolo II e Papa Giovanni XXIII.

Canonizzazione dei due Papi
Canonizzazione dei due Papi

Fu una grandissima emozione ritrovarmi in Piazza San Pietro poco distante l’ingresso della Basilica. Fin da piccola ho seguito Papa Wojtyla dato che sono cresciuta con lui sotto il suo pontificato e mi sono sentita onorata di essere lì a festeggiarlo come Santo. E’ stato impressionante rendermi conto del numero di fedeli polacchi giunti a Roma per questo evento unico della storia. Sono stata fortunata a ritrovarmi in una posizione privilegiata sul piazzale della Basilica tenendo conto che le persone che c’erano sul pullman in gita con me si sono dovute accontentare di seguire la cerimonia dai maxi schermi. La Canonizzazione dei due Papi è un bellissimo ricordo che mi porterò dentro per sempre! Restando in zona San Pietro non si possono tralasciare i Musei Vaticani. Vi consiglio di prenotare i biglietti on line anticipatamente a causa delle infinite code all’ingresso. Per i disabili invece non ci sono problemi, possono entrare per primi ma con un solo accompagnatore. Conosciuta in tutto il globo è la Cappella Sistina, uno dei più famosi tesori culturali e artistici della Città del Vaticano. Inoltre è il luogo nel quale si tengono il conclave e altre cerimonie ufficiali del Papa. Tra i vari preziosi affreschi spicca il Giudizio Universale di Michelangelo Buonarroti che mi ha lasciata letteralmente senza fiato! Risulta più difficile di altri luoghi scrivere a proposito di Roma perché in ogni angolo e su ogni monumento si narra la sua storia millenaria. Credo che la capitale d’Italia risulti una bella meta come poche al mondo. E come vi ho già accennato precedentemente è impossibile descrivere tutte le sue attrazioni turistiche. Ma vi voglio elencare le principali: il Colosseo che speriamo regga ancora a lungo dato che si dice che quando cadrà il Colosseo cadrà Roma e tutto il mondo intero! Il Pantheon che, con la sua cupola, è uno dei più celebri monumenti romani.

fontana di Trevi
fontana di Trevi

Veniamo alla mia preferita in assoluto: la fontana di Trevi dove è d’obbligo lanciare una monetina per far realizzare il proprio desiderio. Piazza Navona, affascinante in ogni periodo dell’anno ma con un tocco in più nel periodo natalizio quando si riempie di bancarelle. La Bocca della Verità, antico mascherone realizzato da un tombino e murato nella parete della chiesa di Santa Maria Cosmedin. Per gli amanti delle chiese a Roma c’è da sbizzarrirsi. Su mio consiglio visitate anche quella di San Giovanni in Laterano, che fu la prima basilica ad essere costruita in città e custodisce statue e reliquie dei Papi e la basilica di San Paolo fuori le mura, seconda più grande dopo quella del Vaticano nonché una delle quattro basiliche papali. Altro luogo da me molto amato è il Foro Romano, situato fra il Palatino e il Campidoglio. Poco distante da qui festeggiai una notte dell’ultimo dell’anno in mezzo alla folla assistendo al concerto di Giorgia. Inoltre vorrei ricordare la rinomatissima Piazza di Spagna con la scalinata di Trinità dei Monti. Solitamente alloggio in un bed and breakfast situato a pochi passi da quest’ultima che ha poche camere ma attrezzate per clienti a mobilità ridotta. Da Piazza di Spagna si prosegue per la modaiola Via Condotti, patria dello shopping di lusso visitata dai turisti curiosi che non si vogliono perdere le vetrine dell’ultima tendenza. Per i visitatori che preferiscono rilassarsi e stare in mezzo al verde consiglio Villa Borghese, grande parco della città con giardini, edifici, fabbricati, fontane e laghetti. Perdonatemi, come ho già scritto, non posso elencare tutte le bellezze della città di Roma. Ne ho visitate altre ancora e altre invece mi mancano. Ma Roma non stanca mai, si fa presto a organizzare un week end lungo e a raggiungerla! Non dimentichiamo poi che, in estate, si può usufruire del mare che è anche facilmente raggiungibile dai mezzi pubblici. Ostia, Santa Marinella e Sperlonga, giusto per citarne alcune. “E’ insensato andare a Roma se non si possiede la convinzione di tornare a Roma.”

CIPRO

Agosto 2005                                          CIPRO              (viaggio di otto gg)

Isola situata nel Mar Mediterraneo, Cipro è divisa in due: la maggior parte della superficie è sotto il controllo della Repubblica di Cipro, quindi greca, mentre la zona nord fa parte della Turchia. Le poche fotografie che sono riuscita a recuperare non le rendono giustizia, Cipro è molto più bella, con un mare cristallino e tante attrazioni interessanti da vedere.img069

Quando visitai la capitale, Nicosia, mi resi conto della bellezza delle chiese bizantine dove l’accesso è consentito solo con pantaloni lunghi e spalle coperte. Dei foulard appesi all’esterno venivano prestati ai turisti che non erano vestiti in modo consono. Ricordo molto bene il museo bizantino e l’interno delle chiese tappezzate con icone d’oro e lampadari preziosi. Dentro l’Arcivescovato ortodosso si trovano la Cattedrale di San Giovanni e il museo che ripercorre la storia della città. Con la mia amica e compagna in questo viaggio raggiunsi il confine turco che divide non solo l’isola ma anche la stessa Nicosia. Non potemmo oltrepassarlo perché bisognava possedere un visto speciale, non sò se ancora oggi è così o qualcosa è cambiato. Ma salendo in cima ad un osservatorio riuscimmo a vedere la parte turca.

Quest’isola offre parecchio ai suoi visitatori, purtroppo però molte attrazioni non sono accessibili a disabili quindi non riuscii a vedere tutto quello che avrei voluto. Per gli spostamenti usai i taxi o i pullman anche se questi ultimi non sono muniti di pedana. Fortunatamente i ciprioti mi aiutarono gentilmente a salire e a scendere dai mezzi pubblici. Proprio in bus raggiungemmo Larnaca, importante centro balneare e turistico sulla costa meridionale dell’isola. Come prima cosa passeggiammo sul lungomare attorniato da palme, con spiagge affollate e con il solito mare super bello, caratteristica di Cipro. Proseguimmo con la visita alla chiesa di San Lazzaro e con la vicina Moschea Hala Sultan Tekkesi. Parte di quest’ultima ha l’accesso per le sedie a rotelle. A Larnaca vi è il Forte, fortino eretto dai Turchi che, prima dell’invasione, divideva il quartiere greco da quello turco. Ospita grandi cannoni e dall’interno si può ammirare il lungomare.

Lungomare Larnaca
Lungomare Larnaca

Tutti coloro che amano il mare, come me del resto, possono visitare diverse spiagge che sono una più bella dell’altra. La parte nord dell’isola è meno turistica risultando così molto più tranquilla. Per i giovani e per le persone che vogliono invece divertirsi e che cercano anche una vita notturna consiglio di recarsi ad Ayia Napa, sulla costa meridionale. E’ proprio qui che pernottai perché , specialmente quando ero più giovane, amavo far tardi la sera e mescolarmi in mezzo al casino. Ad Ayia Napa ci sono moltissimi bar e locali a tema davvero di ogni genere e per tutti i gusti. Di italiani ce sono davvero pochi, in questa zona si incontrano soprattutto inglesi. I cocktail sono ottimi e costano poco rispetto che in Italia.

uno dei locali a tema di Ayia Napa
uno dei locali a tema di Ayia Napa

Oggi mi sentirei fuori luogo, ma nove anni fa mi divertii tantissimo. Tornando alle spiagge, quella di Ayia Napa è lunga e color borotalco. Ricordo le piacevoli dormite post pranzo sotto l’ombrellone dopo essermi abbuffata di pesce e dopo aver bevuto l’ouzo. Trattasi di distillato ad alta gradazione alcolica. Lo si trova da ogni parte in Grecia. Se decidete di andare a Cipro optate per un bed and breakfast o per un hotel nel trattamento di sola prima colazione in quanto si mangia divinamente ovunque ad una cifra irrisoria. Una delle migliori spiagge è Nissi Beach dove è possibile fare sport acquatici e dove il bar Napa Beach delizia la vostra permanenza con party sulla sabbia e musica alta. Unico punto negativo è la calca di ragazzini che disturbano la tranquillità e che lasciano lattine e bottiglie vuote da ogni parte. In Agosto le spiagge sono sicuramente più caotiche rispetto agli altri mesi estivi.

img071

Una sera ci fermammo in hotel per assistere a dei balletti tipici grechi. Ragazzi e ragazze con costumi locali hanno intrattenuto gli ospiti con spettacoli folkloristici e canti tradizionali.

W la Grecia e tutte le sue fantastiche isole!

Me ne mancano ancora molte all’appello, in futuro vedrò di rimediare.

SATURNIA E LE SUE TERME

Ma quanto è bella la Toscana?!? Con i suoi colli, i borghi, e il mare il tutto accompagnato da ottimo cibo e da buon vino! Purtroppo la conosco poco, e questo è un punto a mio sfavore essendo ora una blogger proprio di viaggi ma… il mio punto di vista è sempre lo stesso, ovvero visitare l’estero il più possibile per poi rimanere in Italia da vecchia, quando le forze non mi permetteranno più di affrontare tante ore di aereo.

Lo scorso anno  a Giugno trascorsi qualche giorno a Saturnia, frazione del comune di Manciano, nell’entroterra collinare della Maremma. In poche parole uno spettacolo! Saturnia è molto famosa per le terme. Le più comuni sono di sicuro le Cascatelle, così chiamate perché si originano da una roccia scavata dalla cascata di acque solfuree termali, sgorgando accanto a un mulino all’interno di un prato. Queste piccole piscine naturali si riempiono in continuazione di acqua che giunge dalla cascata più alta creando uno scenario molto particolare.

Luogo scelto da molti turisti e gente del posto per rilassarsi e per godere di relax e tranquillità, offre un panorama ricco di suggestione sia il giorno che la notte. Le Cascatelle sono gratuite, vicino ci sono un bar e un parcheggio sempre aperti ed è possibile restare tutto il giorno facendo dei picnic nel grande prato vicino. Le sue acque sono piacevoli e molto calde, per questo molti visitatori decidono di andarci anche in inverno. Non ho avuto nessuna difficoltà a raggiungerle in sedia a rotelle in quanto dal parcheggio vi si accede tramite una discesa di asfalto. Ricordo di aver trascorso delle ore intense tra queste acque davvero rigeneranti!

Nel pomeriggio, proseguii la mia visita al centro benessere Resort Terme di Saturnia Spa e Golf della cittadina. Pagando, ho usufruito delle piscine termali, idromassaggi e percorsi vascolari. E’ un complesso molto grande ed accogliente all’interno di un parco alberato e di un giardino per gli ospiti.  Queste terme ricevono le acque dalle famose proprietà curative della vicina sorgente termale. Ricordo la mia pelle liscia e morbidissima la sera dopo la doccia.

Durante questi giorni pernottai in un bed and breakfast di Montemerano, grazioso borgo anch’esso situato sulle colline maremmane. Mi viene l’acquolina in bocca pensando  alle torte fatte in casa dalla proprietaria che mangiavo la mattina per colazione. Si perchè queste giornate, oltre ad essere state rilassanti, sono state anche ingrassanti. Con le mie compagne di viaggio ho fatto un vero e proprio tour culinario. Ottima la chianina, i ravioli al finocchietto selvatico, il vino rosso… potrei proseguire per ore. Adoro il buon cibo.

chianina
chianina

Montemerano è un luogo tranquillo e girando in macchina il panorama è davvero molto bello e rilassante. Mi piaceva svegliarmi col rumore degli uccellini ed uscire dalla camera avendo la visione del verde circostante. Sicuramente la zona è ricca di posti suggestivi e anche un po’  romantici come questo. Nei miei tre giorni di permanenza non sono riuscita e visitare di più ma vedrò di rimediare in fururo.

Ricordo con piacere questo week end che mi ha giovata nell’aspetto e nella mente.