Tag Archives: Berlino

Amsterdam ha la tassa di soggiorno più cara d’Europa: stangata per i turisti

Amsterdam è diventata vittima del suo stesso successo. Per evitare l’invasione di turisti, dal primo gennaio prossimo la capitale olandese pretenderà dal visitatore straniero 3 euro per notte a persona, più il 7% della tariffa della camera.

Per molti italiani, soprattutto quelli più giovani, Amsterdam è una delle prime tappe di un viaggio fuori dai confini. La capitale delle bici, dei musei, delle stradine, delle case oblique, dei quartieri a luci rosse e dei mille canali è una delle mete più popolari in Europa. Tuttavia, sta lottando contro un turismo di massa che le sta rovinando l’immagine, compromettendo l’identità e violentando le consuetudini locali. La piaga si chiama overtourism: anche qui, infatti, il numero di turisti ha decisamente oltrepassato la soglia fisiologica di accettazione. Qualche cifra? La città conta circa 850.000 abitanti, ma lo scorso anno è stata invasa da più di 20 milioni di turisti (nel 2005 erano la metà). E il trend sembra destinato salire: secondo le stime, nel 2025 si prevedono quasi 30 milioni di arrivi.

immagine scaricata da Google

A partire dal 1° gennaio 2020, Amsterdam aumenterà le tasse di soggiorno per tutti coloro che dormono in albergo, affittano case private o bed and breakfast. E per i turisti sarà una stangata. Già adesso la capitale olandese non è tra le più economiche del Vecchio Continente. Dall’anno prossimo, avrà pure la tassa di soggiorno più cara d’Europa. I visitatori pagheranno in più 3 euro a notte a persona, oltre al 7% della tariffa della camera. A titolo di confronto: Berlino applica una tassa di soggiorno del 5% sul prezzo netto dei pernottamenti; a Roma può arrivare fino a 7 euro, a seconda della categoria di stelle. Ad Amsterdam, invece, si dovranno sborsare quasi 16 euro in più.

Immagine presa da Google

Facciamo un esempio pratico: se una stanza in camera doppia ad Amsterdam in un hotel (con una buona recensione su Booking.com) costa 132,50 euro a notte, la tassa di soggiorno sarà complessivamente di 15,97  euro, ossia 9,97 euro più 3 euro ad occupante. I bambini sotto i 16 anni sono esenti dalla nuova tassa, mentre i campeggi sono in parte risparmiati con un supplemento di 1 euro a notte per adulto. Sarà anche più caro affittare casa attraverso il portale Airbnb: l’imposta esistente verrà aumentata del 10%. Invariata rimane invece la tassa di arrivo di 8 euro per chi raggiunge la capitale in barca. Già da diverso tempo le autorità di Amsterdam stanno discutendo varie misure per contrastare il turismo di massa e quello mordi-e-fuggi. Dallo scorso marzo, ad esempio, le visite guidate attraverso il quartiere a luci rosse sono vietate dalle 19 in poi. Dall’anno prossimo verranno bandite completamente.

Articolo preso dal sito web viaggi.corriere.it

I viaggi che si possono fare con i soldi di un iPhone X

Settembre 2017

Tutto il mondo sta vivendo momenti di eccitazione collettiva per l’annuncio del nuovo iPhone X. Eppure non è regalato. La versione da 64 Gigabyte costerà 1.189 euro, mentre per quella da 256 Gb bisognerà sborsare 1.389 euro.

Se decidete di tenervi il vostro smartphone e di rinunciare al nuovo gioiellino di casa Apple, con la tessa cifra potete fare non uno ma diversi viaggi.

 Ecco alcune idee spendendo la stessa cifra del modello top di gamma:

Tre-quattro weekend nelle Capitali europee: se soggiornate due notti, volo low cost compreso, potete permettevi di andare a Berlino, Madrid, Lisbona, Parigi, Praga, Amsterdam, Budapest e Vienna.

Due biglietti aerei andata e ritorno per due voli intercontinentali per New York, Tokyo, Bangkok o Pechino.

Una settimana in Islanda, volo compreso, in bassa stagione, dormendo in bed and breakfast e noleggiando l’auto.

Una settimana in un resort in Thailandia acquistando il pacchetto volo-hotel all inclusive online o in un’agenzia viaggi.

Due settimane sul Mar Rosso a scelta tra Sharm el-Sheik, Hurghada o la meno conosciuta El Gouna. Naturalmente volo più resort sulla spiaggia con formula tutto incluso.

Tre mesi di viaggi in bicicletta, dormendo in tenda e spendendo in media circa 15 euro al giorno. Pedalando 100 km al giorno si può arrivare fino a Pechino partendo da Milano.

Articolo preso dal sito siviaggia.it

Iphone x o viaggio? Io non ho dubbi a riguardo…

VIAGGI E DIVIETI

Giugno 2017

Si dovrebbe sapere che, viaggiando da un Paese all’altro, si va incontro a norme da seguire e a divieti da rispettare. Ritengo giusto sia così, per la buona educazione e per il rispetto non solo dei luoghi scelti ma anche e soprattutto delle persone che ci abitano.

Oggi ve ne elenco alcuni da tenere in considerazione se non si vuole incappare in multe salate o altro…

DIVIETO DI FUMO A DUBLINO fumare nelle aree vietate può comportare nella capitale irlandese una multa di 3000 euro!

BERE ALCOLICI IN STRADA se in città come Bruxelles e Berlino è legale, a Madrid vi può costare fino a 600 euro di multa!

FARE CHIASSO se a Copenaghen ve la potete cavare con una sanzione di appena 50 euro, in altre città come Madrid la multa può salire fino a 600 euro. Ma a Lisbona, StoccolmaReykjavík dovete essere ligi alle regole se non volete finire diretti in carcere!

VIAGGIARE SENZA BIGLIETTO chi di noi non lo ha mai fatto? Causa il ritardo o semplicemente perché non si sa dove acquistare il biglietto. Ma prestate attenzione: a Reykjavík vi chiederanno solo di scendere dal mezzo, mentre a Londra andrete incontro a multe fino a 1300 euro!

URINARE IN LUOGHI PUBBLICI non si deve assolutamente fare! Né in Italia né all’estero! Roma è la città più severa a questo proposito, la multa è di ben 10.000 euro!

L’HOTEL PIU’ STRAVAGANTE AL MONDO

Dicembre 2016

Avete mai sentito parlare del Propeller Island City Lodge? E’ stato definito l’hotel più strano del mondo. Si trova a Berlino, più precisamente nel quartiere Schoeneberg, nella parte ovest della città.

L'”isola a elica”, questa la traduzione del nome dell’hotel, fu costruita dall’artista tedesco Lars Stroschen ed è stata, proprio per la sua particolarità, set fotografico per molti shooting e videoclip. Inizialmente l’artista pensò ad arredare e decorare come vere opere d’arte solo quattro camere. Il successo fu immediato, così Stroschen allargò il suo piccolo hotel  aggiungendo altre 30 stanze.

Bisogna ammettere che la stravaganza fa da padrona, visto che sbirciando sul sito internet ho avuto modo di visionare le fotografie delle varie camere: da quella dipinta di blu tutta piena di specchi ad una dove i letti sono posizionati sul soffitto, da una stanza dove si dorme con la ghigliottina che penzola sopra la testa a quella dove al posto dei letti si trovano delle bare bianche, da quella dove c’è un grande letto tondo all’altra dove sembra di pernottare in una cella di una prigione e così via… www.propeller-island.de/italian/5/5

Il prezzo di ogni singola camera è alla portata di tutti e va da 65 a 119 euro a persona. Non tantissimo se si pensa all’esperienza indimenticabile che si vive al Propeller City Island Lodge. Se vi trovate a Berlino non dimenticatevi di passare in questo singolare hotel e di chiedere di vedere alcune delle 34 stravaganti camere. Dopo le 11 del mattino le stanze si trasformano in piccoli centri congressi che arrivano ad accogliere fino a 35 persone.

Che dire… Provare per credere!