Tag Archives: Città del Messico

Curiosità dal mondo: quando il mondo regala stranezze

Settembre 2018

Curiosità dal mondo: lo sapevate che…. viaggiare a volte significa scoprire tante stranezze e cose impensabili. Il bello della scoperta!

Viaggiando una delle cose più divertenti è scoprire cose strane o curiosità dal mondo che stanno dietro abitudini e usanze.

Incontri di viaggio particolari e la ricerca di bizzarrie qua e là può movimentare notevolmente il vostro viaggio, o almeno io sono sempre andata alla ricerca di cose particolari che fossero dietro il semplice monumento o strada cittadina o panorama sensazionale.

Lo sapevate ad esempio che il Monte Everest  ha ancora voglia di crescere? Già sembra proprio che il gigante mondiale alto già 8850 metri continui a crescere ogni anno di circa 4 mm a causa di due placche tettoniche che si scontrano. Quindi tra qualche anno potrebbe essere ancora più faticoso raggiungere il campo base nepalese.

Al contrario, invece, la grande Città del Messico sta abbassandosi sempre di più… già sembra proprio stia sprofondando di ben 10 cm ogni anno. Il motivo? Bè qualche genio ha deciso di costruirla sul letto prosciugato di un lago, terreno non propriamente stabile!

Chiacchiere di corridoio hanno invece sfatato un mito: la Grande Muraglia…per quanto grande, e per quanto considerata la costruzione a finalità militari mai costruita,  non è comunque visibile dalla luna. E questa è stata proprio una delusione, anche se ce lo potevamo aspettare, mentre non ci si può aspettare è che una parte delle mura che oggi rimangono sono una ricostruzione di epoca Ming.

Nonostante tutto i 2000 km che oggi rimangono della grande opera muraria rimangono un vero spettacolo.

Oltre chiacchiere da bus e da sala d’attesa in viaggio ci si può imbattere in cose veramente strane.

Per esempio già sappiamo che negli Stati Uniti sono in grado di trasformare tutto in attrazione turistica, e pensate che sono riusciti a far diventare luogo di pellegrinaggio di curiosi qualcosa che in molti altri posti verrebbe guardato con disgusto: mai sentito parlare del Vicolo del Bubblegum?

Bene si tratta di venti metri di muro, forse un tempo grigi e noiosi oggi colorati da migliaia e migliaia di gomme da masticare.

Ma di cose disgustose che attraggono i turisti in giro per il mondo ne troverete molte. In India per esempio un tempio è totalmente dedicato ad un animale non proprio da appartamento: il topo!

Il Karni Mata Temple si trova in Rajastan ed è votato al culto di una divinità indiana (appunto Karni Mata) che sembra essere la grande dea dei ratti. Proprio per questo tra le sue mura abitano circa 20.000 graziosi topi… e qualcuno ha comunque il coraggio di entrare per ammirare lo spettacolo.

Insomma non è solo viaggiare e guardare, ma soprattutto scoprire, quindi quando viaggiate non aprite solo gli occhi, ma anche le orecchie…e fate tante domande, gli abitanti del posto sono sempre orgogliosi di poter parlare di casa loro!

Articolo preso dal sito web autori.fanpage.it

Paese che vai, fauna che trovi: 10 viaggi per ammirare gli animali

Luglio 2018

Non solo giraffe, leoni e zebre. Per chi ama gli animali esistono alternative ai safari tradizionali. Viaggi da nord a sud a vedere pinguini, farfalle, beluga e bisonti. Durante le migrazioni, quando sono radunati in grandissimi branchi

Pinguini, farfalle, macachi o beluga. Ci sono luoghi al mondo in cui questi animali si raggruppano in determinati periodi dell’anno. Un’occasione per fare le valigie e partire, come racconta Travel+Leisure. Verso gli Stati Uniti o lo Zambia, il Giappone o il Messico. Terre famose (e visitate) per svariati motivi. Non sempre per gli animali che le popolano. Ecco perché può essere un’idea andare in vacanza nel periodo delle grandi migrazioni, mettendo per una volta da parte le mete più gettonate e tradizionali.

Niente leoni, zebre e giraffe. In queste destinazioni i protagonisti sono i macachi e i pinguini, i beluga e le farfalle, le tartarughe di mare e i panda. Animali in alcuni casi in via d’estinzione, in altri no. In ogni caso esemplari la cui osservazione vale il viaggio. Per lasciarsi stupire, per l’ennesima volta, dalle straordinarie leggi che regolano l’incantevole mondo della natura.

La Cina è la meta ideale per vedere i panda giganti. Sfortunatamente questi animali sono pochi e presenti in un numero limitato di luoghi. Una parte vive nella Riserva naturale di Wolong.

Il Messico è il Paese ideale per chi vuole vedere le farfalle Monarca. Nella Riserva della Biosfera delle Farfalle Monarca, a 60 miglia da Città del Messico, ogni anno, in autunno, arrivano milioni di questi insetti. Ai visitatori lo spettacolo appare incredibile: i rami addirittura si piegano sotto il peso degli animali.

Nel Parco Pingüino Rey, in Cile, il pinguino reale è il grande protagonista. Qui c’è l’unica colonia di questi animali, protetti dal 2010 proprio con l’istituzione del parco.

Per vedere i leoni marini bisogna andare a San Diego, in California, nella piccola spiaggia di La Jolla Cove. Qui vive un branco di questi animali, così sedentari da non lasciare mai il litorale. Avvistarli, dunque, è una garanzia.

 

 

 

 

 

La Repubblica Democratica del Congo, insieme all’Uganda e al Ruanda, è la destinazione ideale per vedere i gorilla di montagna, animali a rischio d’estinzione. Per avvistarli bisogna camminare diverse ore e il permesso per il trekking è molto costoso. Il risultato, però, vale la spesa.

La vacanza ideale per chi vuole vedere le tartarughe di mare? In Florida. Ogni anno, da marzo a ottobre, le spiagge dello Stato americano diventano un meraviglioso hotspot per i rettili. Da non perdere anche il Turtle Hospital a Marathon, dove i visitatori possono dare da mangiare alle tartarughe in riabilitazione.

Destinazione South Dakota, negli Stati Uniti, per una vacanza che ha i bisonti come protagonisti. All’interno del Custer State Park, infatti,  c’è una delle comunità più grandi – circa 1300 – di questi animali.

Il Lower Zambezi National Park, in Zambia, è l’habitat ideale per vedere gli ippopotami. Non è raro avvistarne una sessantina che fa il bagno, nelle acque del fiume Luangwa. Secondo i dati, ci sono circa un centinaio di ippopotami per ogni miglia del corso d’acqua.

Ogni estate, circa 2.000 beluga  si radunano nel Cunningham Inlet, in Canada, per quattro settimane. Si tratta di uno dei raduni di beluga più grandi al mondo. Ci stanno fino ad agosto, quando proseguono nella migrazione. In questo periodo i visitatori possono nuotare con loro e sentirne l’inconfondibile verso.

Chi vuole vedere i macachi dalla faccia rossa deve andare in Giappone. Nel Paese del Sol Levante, all’interno del Parco Jigokudani, i macachi si riposano negli onsen e fanno il bagno ignorando completamente i visitatori.

Articolo preso dal sito web https://viaggi.corriere.it