Tag Archives: disabilità motoria

CAPO VERDE NO STRESS

Aprile 2017

Premetto che non avrei mai pensato di andare a Capo Verde. Non mi ispirava come destinazione. Mi è sempre stato riferito che il vento tira talmente forte da non riuscire a stare sdraiati in spiaggia.

Poi una settimana di ferie e un pò di stanchezza arretrata mi hanno indotta a pensare a una meta di mare. Dove andare per trovare caldo senza fare troppe ore di volo?

La scelta è ricaduta sull’Isola di Sal, la più turistica di tutto l’arcipelago di Capo Verde.

Devo ammettere che mi sono ricreduta e che ho trascorso una settimana, la prima di Aprile, fantastica! Merito anche del clima caldo e del poco vento che ho trovato che hanno inciso positivamente sulla vacanza. Ho alloggiato in un hotel con formula all inclusive a Santa Maria, paesino pittoresco dove sono situate tutte le strutture turistiche. L’Hotel Creoula è stato adattato per le sedie a rotelle con rampe e scivoli ovunque. Una persona con problemi di disabilità motoria è in grado di muoversi in completa autonomia. Vi sono però alcune mancanze: – la spiaggia senza la presenza di una passerella (siamo in Africa e non possiamo pretendere troppo) – il bagno nelle camere senza maniglioni accanto al wc e con la doccia, ma per accedervi bisogna superare 20 cm di gradino, o la vasca – alcuni gradini per raggiungere il bar della piscina.

Uno dei protagonisti principali dell’Isola di Sal è il mare, da me paragonato a quello dei Caraibi. Le spiagge sono lunghe e ampie come distese di borotalco.

Ma sarebbe un vero peccato limitarsi al mare, l’Isola di Sal offre molto e con un tour di una sola giornata si riesce a visitarla interamente. Ho scelto di non aggregarmi al gruppo organizzato dall’hotel optando per un’escursione privata in pick up con un beach boy. Risultato: maggior tempo a disposizione, soste non programmate per scattare foto e tanto aiuto con la sedia a rotelle sui terreni non sempre consoni.

Siete curiosi di sapere cosa visitare a Sal? Eccovi accontentati:

saline di Pedra de Lume, saline naturali di origine vulcanica ospitate nel cratere di un vulcano spento. Dopo che l’attività del vulcano terminò, l’acqua marina iniziò ad infiltrarsi creando un lago salato naturale. L’effetto ottico è spettacolare! Vi consiglio di portare il costume da bagno per raggiungere la riva ed immergervi nell’acqua densa di sale. Rimarrete a galla come nel Mar Morto. Luogo dotato di rampe e scivoli per disabili.

Palmeira, villaggio di pescatori situato nella parte nord-ovest dell’isola. Colori vivaci e donne senegalesi con in testa cestini colmi di souvenir da vendere animano questo paesino dove si è soliti recarsi per aspettare i pescatori che tornano con le reti piene zeppe di pesce. Impossibile scendere al porto in sedia a rotelle a causa di numerosi gradini.

Espargos, capoluogo dell’Isola. Non vi è nulla di particolare da vedere, ma fatevi portare alle favelas vicine per toccare con mano la crudele realtà di molti abitanti poveri e sfortunati.

Buracona, piscina naturale dove godersi la vista delle onde che si infrangono sulle rocce. Si visita tramite delle passerelle di legno posizionate sopra la sabbia e gli scogli. Accanto alla natural pool vi è una grotta della profondità di 12 metri dove è possibile scorgere l’Olho Azul, spettacolo unico creato dai raggi del sole quando quest’ultimo si mette allo zenit.

Deserto di Terra Boa, caratterizzato da sabbia chiara mischiata a granelli di terra nera. In mezzo al deserto, quando il sole è a picco, sembra di scorgere in lontananza un lago d’acqua che invece non esiste. Questo fenomeno è chiamato “Il Miraggio“.

– Spiagge visitate: Kite Beach, dove le vele dei kite surf svettano colorate nel cielo blu. Baia di Murdeira situata sulla costa ovest. Spiaggia di Ponta Preta con le onde più alte che abbia mai visto in vita mia! Spiaggia di Santa Maria, a mio avviso la più bella dell’isola, dove spicca il suo vecchio molo, ritrovo di surfisti e pescatori. Shark Bay dove, con un pò di fortuna, si possono incontrare piccoli squali gatto a riva.

CURIOSITA’ L’arcipelago di Capo Verde è situato a 500 km dalle coste del Senegal. L’Isola di Sal inizialmente era conosciuta come Ilha Plana (isola piatta) per poi cambiare il nome in “Isola del Sale” dopo la scoperta dei depositi di sale da cucina. Fu scoperta nel 1460 dai portoghesi e tutt’oggi il mix di culture africane e portoghesi è ben evidente sia nei luoghi che nelle persone.

Concludo il mio articolo confidandovi che mi sono innamorata di quest’isola e che a pochi giorni dal mio ritorno a casa sento una nostalgia fortissima. I capoverdiani sono persone deliziose, capaci di strapparti un sorriso in ogni momento della giornata. Non sono invadenti né appiccicosi. Hanno un solo ed unico difetto: fanno le cose con molta calma… Ma si sa, CAPO VERDE NO STRESS!

HOTEL VILLA MARGHERITA

19 Aprile 2016

NOME Hotel Villa Margherita, tre stelle

LUOGO Pera di Fassa, provincia di Trento, Italia

INDIRIZZO Str. Jumela 35, 38030 Pera di Fassa

TELEFONO +39 0462 764205

FAX +39 0462 764096

MAIL info@hotelvillamargherita.info

SITO WEB www.hotelvillamargherita.info

RAGGIUNGIBILITA’ E POSIZIONE voto 10. Situato sulla strada principale che da Pozza di Fassa raggiunge Canazei, proprio di fronte alla pista da sci e agli impianti di risalita.

ACCOGLIENZA ALL’ARRIVO voto 10. Il Sign. Marco. gestore dell’hotel, mi ha gentilmente fatto effettuare il giro del suo grandissimo albergo per mostrarmelo in modo da recensirlo al meglio.

ACCESSIBILITA’ GENERALE IN SEDIA A ROTELLE voto 10. Le aree comuni sono tutte accessibili e prive di barriere architettoniche.

ENTRATA PRINCIPALE posta larga 90 cm con apertura verso l’esterno.

ASCENSORE larghezza 91cm e ampiezza 45 cm.

BAGNO PER DISABILI AL PIANO TERRA

CAMERA l’hotel dispone di due camere per disabili. Quella da me occupata è la numero 102 situata al secondo piano. Non è molto spaziosa ma confortevole. La porta della stanza si apre con chiave verso l’interno ed ha una larghezza di 83 cm. Dispone di due letti singoli dell’altezza di 54 cm. L’armadio è ad ante e si apre verso l’esterno. I pomelli distano da terra 96 cm mentre l’altezza dell’appendiabiti dal pavimento è di 165 cm. All’interno dell’armadio vi è la cassaforte. Connessione internet gratuita, telefono, tv e smoke alarm. Pavimentazione: linoleum. Dalla camera, superando un piccolo dislivello, si accede al balcone da dove si ha una bellissima vista delle Dolomiti. La porta del balcone si apre internamente ed ha un’apertura di 90 cm. A mio avviso manca uno specchio.

BAGNO voto 8. La porta del bagno di apre verso l’interno ed è larga 85 cm. Lavabo vuoto sotto per permettere alle carrozzine di avvicinarsi al meglio. Ha un’altezza di 85 cm. Lo specchio sopra al lavandino è troppo alto, il disabile non arriva a specchiarsi. Wc alto 43 cm con maniglione accanto. Doccia senza seggiolino ma il Sign. Marco si è già attivato per aggiungerlo al più presto. L’altezza della doccia è di 145 cm, accanto vi è un maniglione e l’allarme. Altezza phon 118 cm. Pavimentazione: piastrelle.

SERVIZI free wi-fi, room service in caso di necessità, centro benessere accessibile a disabili, bar, ristorante interno, banco escursioni

PULIZIA voto 7

COLAZIONE voto 7. Croissant dolci, latte, cereali, bevande calde servite al tavolo, marmellate, succhi

COMMENTI FINALI questo hotel è molto carino ed offre un magnifico panorama sulle montagne circostanti. Ideale per gli sciatori. Gli impianti di risalita sono accessibili anche ai diversamente abili. Adatto non solo alle persone con disabilità motoria come me, ma anche a tutti gli amanti della montagna, alle coppie e alle famiglie. Grazie alla sua magnifica posizione si raggiunge il centro di Pozza di Fassa in meno di 10 minuti a piedi, mentre Canazei è raggiungibile in 10 minuti di macchina. Il ristorante interno offre piatti della cucina tipica. Ottimo rapporto qualità prezzo.

ALBERGO ACCADEMIA

17 Aprile 2016

NOME Albergo Accademia, quattro stelle

LUOGO Trento, Italia 

INDIRIZZO Vicolo Colico 4, 38100 Trento

TELEFONO +39 0461 233600

FAX +39 0461 230174

EMAIL info@accademiahotel.it

SITO WEB www.accademiahotel.it

RAGGIUNGIBILITA’ E POSIZIONE facilmente raggiungibile in quanto situato nel centro storico di Trento, a pochi passi da Piazza del Duomo. Adiacente all’hotel vi è Piazza Maria Maggiore dove vi sono parcheggi per disabili.ingresso seppia bis

ACCOGLIENZA ALL’ARRIVO voto 10. La Sign.ra Giovanna della reception mi ha aiutata molto gentilmente a scaricare i bagagli.

ACCESSIBILITA’ GENERALE IN SEDIA A ROTELLE voto 10. Le aree comuni dell’hotel sono totalmente accessibili.

ENTRATA PRINCIPALE accessibile a disabili. Porta con maniglia apribile verso l’esterno.

ASCENSORE larghezza 85 cm profondità 130 cm

CAMERA l’hotel dispone di una camera per disabili, la numero 307 situata al terzo piano. La porta si apre verso l’interno tramite chiave. Ha una larghezza di 76 cm. Due letti singoli dell’altezza di 65 cm. Uno dista dal muro 96 cm mentre l’altro letto ha libero spazio. L’armadio ad ante si apre verso l’esterno. Distanza dei pomelli dal pavimento 110 cm. Mentre l’altezza degli appendiabiti da terra è di 150 cm. L’armadio ha al suo interno cassetti a misura di disabile ed una cassaforte. Dotata di telefono, tv, smoke alarm e connessione internet a pagamento.Tipo di pavimentazione: moquette.

BAGNO voto 9. Lavandino dell’altezza di 87 cm vuoto sotto per permettere alle sedie a rotelle di avvicinarsi al meglio. Wc dell’altezza di 46 cm munito di maniglioni a fianco dell’altezza di 60 cm. Doccia con seggiolino alto 37 cm con maniglioni accanto dell’altezza di 48 cm. Allarme vicino alla doccia, bidet e phon dell’altezza di 155 cm. Pavimentazione: piastrelle.

SERVIZI internet point, convenzione con ristoranti della zona, room service, servizio portineria, giardino, biglietti per il museo MUSE e per altre escursioni, check out alle ore 12 ma possibilità di prolungare l’orario di un paio d’ore gratuitamente agli ospiti disabili.

PULIZIA voto 10. Impeccabile!

COLAZIONE voto 9. La sala della colazione è accessibile tramite tre gradini, ma il personale serve la colazione nella sala delle letture agli ospiti diversamente abili. Latte, latte di soia, prodotti da forno anche integrali, succhi, cereali, frutta, bevande calde servite al tavolo e scelta di cibi salati.

COMMENTI FINALI Reputo questo hotel perfetto in tutto, dalla cortesia del personale alla splendida posizione. Lo consiglio, oltre alle persone con disabilità motoria come me, anche a tutti coloro desiderano visitare la città di Trento avendo tutto a portata di mano.

PETIZIONE PER GARDALAND PER GIOSTRE PER DIVERSAMENTE ABILI

«Chiunque sarebbe stato felice se, per il suo compleanno, avesse ricevuto in regalo dei biglietti per Gardaland; infatti ero contentissima, non stavo nella pelle all’idea di andarci.
Dopotutto si trattava di Gardaland, non di un parco qualunque; era il parco divertimenti più noto e con più fama di tutta Italia, e le file interminabili al suo ingresso ne furono la conferma.
È proprio per questo che forse, mi posi aspettative troppo alte; pensai che mi sarei divertita un mondo, come gli altri.
Ma non fu così, perché, proseguendo per il parco, ricevetti spesso secchi “NO!” davanti alla mia domanda “Su questa giostra posso salire anch’io?”.
Ricordo che, prima di entrare, dissi a mio padre: ”Se non mi fanno salire, giuro che mi incavolo!”. Infatti mi arrabbiai, poi però piansi. 
Strano a dirsi per una che non piange nemmeno ai funerali, ma piansi perché mi tornò alla mente quando da bambini non ci lasciavano salire sugli scivoli perché eravamo troppo bassi o troppo piccoli; mi resi conto che, questa volta, non sarebbe bastato tornarci l’anno seguente perché io potessi finalmente accedere alle giostre.
Come mai? – direte voi – perché sono disabile.
Ed io, la mia disabilità l’ho accettata da un pezzo, oramai abbiamo condiviso talmente tanto che siamo diventate amiche; non accetto però che mi venga tolto il diritto di divertirmi solo perché ho un’amica così fedele (di cui forse, voi altri, siete persino gelosi).
È vero che noi disabili abbiamo esigenze diverse, ma i nostri diritti sono gli stessi.
E, dato che le mie gambe non funzionano proprio alla perfezione, vorrei per me e la mia fedele amica un Gardaland, come dire, “a portata di mano”!»

Lettera presa dal sito internet www.change.org

L’autrice si chiama Giorgia, adolescente con problemi di disabilità delusa dopo aver ricevuto più di un no all’interno del parco divertimenti Gardaland di  Castelnuovo del Garda.                           Solo 4 attrazioni su 33 risultano accessibili alle persone in carrozzina. Un pò poche nel 2015, non credete?

Da questa lettera e dallo sfogo di Giorgia è nata una petizione per far installare giochi e giostre accessibili alle persone in sedia a rotelle o con altri tipi di disabilità motoria.

Firma anche tu la petizione di Iacopo Melio su www.change.org . Io l’ho fatto!images (1)