Tag Archives: Grande Mela

LE NUOVE SETTE MERAVIGLIE DEL MONDO

Marzo 2017

Sapete quali sono le sette meraviglie del mondo? Vi sono le meraviglie del mondo antiche e quelle moderne… Oggi vi descrivo quelle classificate “nuove”, ovvero costruite tra il XIX e il XX secolo.

LONDRA Il Crystal Palace, palazzo di vetro in stile vittoriano costruito nel 1851, fu progettato da Joseph Paxton per ospitare la Grande Fiera delle Opere e delle Industrie di tutte le Nazioni. Terminata la manifestazione, il palazzo fu ricostruito in un sobborgo di Londra ma venne distrutto da un incendio nel 1936.

 

 

PARIGI La Tour Eiffel fu progettata da Gustave Eiffel, dal quale prese il nome, in occasione dell’Esposizione Universale. Venne realizzata nel 1889 ed oltre ad essere considerata il primo grattacielo mai costruito è divenuta anche il simbolo dell’intera Francia nel mondo! E’ alta 324 metri e la sua cima è raggiungibile tramite 1665 scalini o due ascensori.

NEW YORK Dal 1931, anno della sua costruzione, l’Empire State Building è il grattacielo più celebre della grande mela. E’ alto 381 metri, 443 metri con l’antenna, è visitato da circa 50.000 persone al giorno. I suoi 103 piani sono facilmente raggiungibili tramite ascensori ad alta velocità.

 

SAN FRANCISCO Il Golden Gate Bridge fu inaugurato nel 1937 e prende il nome dal Golden Gate, stretto che collega l’Oceano Pacifico con la Baia di San Francisco. Ha una lunghezza di oltre 2000 metri, è stato costruito in soli quattro anni ed ha resistito a quattro terremoti. Fu il primo ponte sospeso ad essere realizzato sopra un tratto di mare così esteso.

 

PANAMA Il Canale di Panama è situato nell’America Centrale. E’ lungo 81 km, ha una profondità massima di 12 metri e collega l’Oceano Atlantico a quello Pacifico. A causa di alcune difficoltà ambientali furono impiegati ben 11 anni per la sua realizzazione.

 

 

TRANSIBERIANA Trattasi della ferrovia più grande del mondo realizzata in Russia nel 1904 per volere dello Zar Alessandro III. E’ lunga quasi 10.000 km e collega due continenti attraversando sette fusi orari.

 

NEW YORK La seconda “nuova meraviglia” che si aggiudica la big apple è la Statua della Libertà. Realizzata nel 1886 dallo scultore Frederic Bartholdi fu eretta per commemorare l’indipendenza degli Stati Uniti diventando il simbolo della libertà per eccellenza. E’ alta 93 metri, raffigura una donna che indossa una toga mentre tiene nella mano destra una fiaccola. Nella mano sinistra ha invece un libro dove c’è la data dell’indipendenza americana e porta ai piedi della catene spezzate che simboleggiano la liberazione dal potere sovrano. In testa ha una corona con sette punte, simbolo dei sette mari.

Informazioni prese dal sito www.curiositaeperche.it

 

 

 

ALLA SCOPERTA DELLE PISTE DI PATTINAGGIO SU GHIACCIO PIU’ INTERESSANTI

Gennaio 2017

Il periodo è quello giusto! Neve, freddo e ghiaccio ricoprono l’Italia da nord a sud. In molti approfittano della situazione per divertirsi con la neve o per pattinare sul ghiaccio. A questo proposito, con questo mio nuovo post, vi descrivo quali sono le piste di pattinaggio su ghiaccio più belle e rinomate al mondo!

Rockefeller Centre

Inizierei da quella più famosa, dove la tappa è d’obbligo per chi si reca nella grande mela durante i mesi invernali. Mi sto riferendo alla pista di pattinaggio su ghiaccio del Rockefeller Center di New York. Nel periodo natalizio c’è parecchia folla, ma con un pò di pazienza e prestando attenzione, si riesce a pattinare sotto il grande albero simbolo del Natale per antonomasia! Il tutto accompagnato da musiche a tema.

Lago Louise Banff

Restiamo oltreoceano, più precisamente in Canada dove vi è una pista da pattinaggio su ghiaccio naturale. Trattasi del lago Louise a Banff che in inverno si congela formando una enorme lastra di ghiaccio sul quale poter pattinare. Le montagne rocciose circostanti rendono il paesaggio da cartolina! Come restarne indifferenti? Landskape incredibile ed entrata gratuita.

Wiener Eistraum

Torniamo in Europa, più precisamente a Vienna. Il nome di questa struttura si traduce in “Sogno di ghiaccio”. Wiener Eistraum fu inaugurata nel 1996, vanta 6000 metri quadrati di ampiezza dove vi pattinano più di 600 mila persone ogni anno. Non fatevi scoraggiare dal freddo, diversi punti di ristoro sono posizionati ai lati della pista. I pattinatori si esibiscono sulle note del valzer.

Pattinare su ghiaccio nella città dell’amore assieme al vostro innamorato/a? BIEN SUR! A Parigi ci sono diverse piste di pattinaggio, ma vi raccomando quella della piazza dell’Hotel de Ville, di fronte al Comune. Questo luogo è considerato magico, con musiche dal vivo, decorazioni molto curate, luci notturne ed il Gran Palais come sfondo. A Natale è un must!

Concludo con la pista di pattinaggio più economica, ma allo stesso tempo più gettonata, di Londra. La Somerset House Ice Rink, posizionata sulle sponde del Tamigi, la sera è illuminata a giorno rendendo lo scenario da favola. E’ aperta solo pochi mesi l’anno, più precisamente dal 18 Novembre al 16 Gennaio. Anche attorno a questa pista vi sono diversi punti di ristoro, mentre un dj anima le giornate a suon di musica!

NEW YORK PASSA ALL’ORA LEGALE

Marzo 2016

La città di New York, domenica 13 Marzo alle ore 02.00 a.m., è passata all’ora legale.

Non ci sono più sei ore di differenza in meno rispetto all’Italia, ma solamente cinque.

Noto con piacere che vi piacciono molto i miei post sugli States, in particolare quelli dedicati alla grande mela. Ogni volta che ne pubblico uno a riguardo il numero dei visitatori cresce a dismisura! Per questo vi ringrazio.

Continuate sempre a seguirmi…images (4)

Pamela

IL TOUR DELLE LUCI DI DYKER HEIGHTS

Dicembre 2015

Il Natale si avvicina e tutte le città del mondo, grandi e piccole che siano, si  vestono di addobbi e si accendono di luci. A questo proposito, con questo articolo, vi porto virtualmente a Dyker Heights!download

Per tutti coloro non lo sapessero, Dyker Heights è un quartiere residenziale che si trova nella città di New York, più precisamente a Brooklyn. Principalmente è conosciuto ed è diventato famoso per le sue luci e per le sue bellissime decorazioni natalizie. Ogni anno infatti, per Natale, questa comunità è solita addobbare le case con sfavillanti illuminazioni e con particolari ornamenti. Qui risiedono quasi esclusivamente famiglie altolocate che non badano a spese non solo per festeggiare il Natale, ma soprattutto per aggiudicarsi il titolo di “miglior decorazione natalizia dell’anno”.

Ai numerosi turisti che visitano la Grande Mela durante il mese di Dicembre consiglio questo tour delle luci di Natale di Dyker Heights. Lo “Slice of Brooklyn’s Christmas Lights and Cannoli Tour” è prenotabile on line o direttamente in loco tramite gli hotel o i tour operator. Viene effettuato con l’autobus scoperto che parte dalla 4th Avenue, tra la 13th e la 14th, vicino ad Union Square a Manhattan tutte le sere alle 19.

Jdombs-Travels-Dyker-Heights-Christmas-Lights-18Partendo da questa zona del centro della città è possibile ammirare gli edifici più importanti addobbati, le vetrine dei negozi più famosi,il memorabile albero di Natale del Rockefeller Center per poi attraversare il ponte di Brooklyn per giungere a destinazione. Il pullman percorre le vie molto lentamente, è quindi possibile scattare fotografie in notturna da tenere come ricordo.

Questo singolare tour iniziò negli anni 80 dalla casa di Lucy Spada che, per ricordare la recente scomparsa della madre, dispose tutt’attorno alla casa diversi angioletti illuminati. Fu da quel momento che tutti gli abitanti di Dyker Heights iniziarono a decorare le loro abitazioni con diverse luci cercando di migliorarle anno con anno.download (1)

Tra le personalità che più si impegnano in questa sfida spicca “Sam the Greek“, che vanta circa 250 mila luci colorate sparse sopra, sotto e attorno all’abitazione.

download (2)

 

Questa è una bella occasione per scoprire una tra le più importanti tradizioni della popolazione newyorkese. Il tour ha inizio la sera del 30 Novembre e continua fino al il 31 Dicembre.

Cosa ne pensate?

THANKSGIVING DAY, IL GIORNO DEL RINGRAZIAMENTO

Novembre 2015

Il Thanksgiving Day, ovvero il Giorno del Ringraziamento, è una festa di origine cristiana osservata negli Stati Uniti d’America e in Canada in segno di gratitudine verso Dio per quanto ricevuto durante l’anno trascorso. Le date della celebrazione sono differenti: negli USA si festeggia il quarto giovedì di Novembre, mentre in Canada il secondo lunedì di Ottobre.

images

Quest’anno, in America, il Thanksgiving si celebra oggi, giovedì 26 Novembre 2015. Ma cosa sono soliti fare gli americani in quello che risulta essere uno dei giorni più importanti dell’anno?

In tutte le abitazioni si cucina il tacchino che viene portato in tavola con patate dolci e torta di zucca. Gli americani amano molto le tradizioni e nel Giorno del Ringraziamento è d’obbligo pranzare tutti insieme ed offrire il tacchino anche ai vicini di casa.

A New York questa festa è molto molto sentita e, lungo le strade della Grande Mela, è possibile assistere a parate e feste. La più famosa è la Macy’s Parade, una sfilata di carri mascherati che percorre l’intera Fifth Avenue.cosa-fare-new-york-ringraziamento Sempre a Manhattan, il giorno dopo, si svolge il Black Friday (venerdì nero) che da inizio ufficialmente ai saldi natalizi. La borsa di Wall Street rimane chiusa solo il venerdì, mentre le scuole per l’intero week end. La città viene addobbata con luci ed ornamenti venendo così catapultati nel magico clima natalizio di NYC.

CURIOSITA’: a Washington, più precisamente alla Casa Bianca, ogni anno, qualche giorno prima del Ringraziamento si svolge la cerimonia della grazia presidenziale a due tacchini. Il Presidente degli Stati Uniti risparmia la vita a due tacchini destinati ad assere cucinati e mangiati. I due volatili vengono messi su un volo, categoricamente in prima classe, e spediti a Los Angeles dove prenderanno parte alla parata di Main Street a Disneyland. In realtà solo uno dei due tacchini apre la parata, l’altro funge solo da scorta.2015_11-thanksgiving

 

Happy Thanksgiving Day!

LA CLASSIFICA DEI MUSEI PIU’ BELLI DEL MONDO

Settembre 2015

La community internazionale dei viaggiatori di tutto il mondo “TripAdvisor” ha stilato la classifica ” Travelers’s Choice Musei 2015” riguardante i migliori musei al mondo.

Al primo posto, quindi il più votato, è stato il Metropolitan Museum of Art di New York City. Oltre a risultare il migliore museo del mondo nel 2015 è molto apprezzato da tutti i visitatori che giungono nella grande mela.images

Il secondo posto è occupato dal parigino Musee d’Orsay che raggiunge la vetta del primo posto nella classifica dei musei europei. Bella soddisfazione per Parigi e per questo museo che surclassa l’ancor più famoso Louvreimages (1)

Sul podio, al terzo posto, l’Art Institute of Chicagoimages (2)

L’Italia, col suo meraviglioso patrimonio artistico , appare solamente al quattordicesimo posto con la Galleria dell’Accademia di Firenze.

Cosa avreste messo ai primi posti? Qual’è il vostro museo preferito?

 

L’EMPIRE STATE BUILDING SI ILLUMINA CON LE FOTO DEGLI ANIMALI IN ESTINZIONE

01/Agosto/2015

Da sempre l’Empire State Building rappresenta uno dei simboli della grande mela. Situato nel quartiere di Manhattan, a New York City, tra la Fifth Avenue e la 34th Street accoglie ogni giorno migliaia di visitatori da ogni parte del mondo.

Ad ogni ricorrenza speciale, i piani del famoso grattacielo newyorkese si illuminano di svariati colori. Per esempio per il quattro Luglio, festa dell’indipendenza americana, le luci si accendono di rosso-bianco-blu, così come per l’11 Settembre, per il Labor Day il 6 Settembre e per l’Hanukkah, festa ebraica che si svolge le prima settimana di Dicembre. Durante il Thankgiving il rosso-arancio-giallo brillano sui vari piani dell’Empire, a Natale invece sono il rosso e verde, a San Valentino il rosso-rosa-bianco mentre per il St. Patrick’s Day viene illuminato di verde.

120345397-8c8d7c18-65c7-4539-a0f2-a564a5192bbc

Lo scorso primo Agosto, in occasione della Projecting Change, iniziativa organizzata dall’associazione Oceanic Preservation Society, su ben 33 piani dell’edificio sono scorse splendide immagini di lupi, tigri, leopardi delle nevi, aquile, e balene. Tutti animali a rischio di estinzione e tra loro non è potuto mancare il leone Cecil, felino ucciso in Zimbabwe da un americano.

L’istallazione è stata firmata dal regista e fotografo premio Oscar Louie Psihoyos e dall’artista visuale Travis Threlkel. I due insieme hanno studiato un’illuminazione con 40 proiettori fissi da 20.000 lumen per un totale di 114 metri di altezza.

Pare che la manifestazione abbia riscosso un enorme successo e che le strade di New York siano state parecchio affollate. Queste immagini hanno promosso un documentario che sarà trasmesso a Dicembre 2015 su Discovery Channel che si intitolerà “Extinction“. L’obbiettivo di lanciare l’allarme globale sulle specie a rischio che stanno per scomparire sembra aver lasciato il segno!

LA FESTA DELL’INDIPENDENZA AMERICANA

Il quattro Luglio, in America, è uno dei giorni più importanti dell’anno. Gli americani sono un popola nazionalista, ogni ricorrenza storica rappresenta la giusta occasione per esibire il proprio orgoglio a stelle e strisce. Ma il 4 Luglio, giorno dell’Independence Day, è una vera e propria celebrazione dell’essere americani.images

Questa festa nazionale degli Stati Uniti d’America commemora l’adozione della Dichiarazione d’Indipendenza del 4 Luglio 1776, col quale le Tredici Colonie si staccarono dal Regno Unito di Gran Bretagna.

Numerosi i festeggiamenti: dai fuochi d’artificio a parate e concerti, da barbecue e picnic a partite di baseball, da discorsi politici fino a cerimonie ed altri eventi pubblici e privati.

In america, oltre alla Grande Mela, si festeggia in particolare a Chicago, sul Lago Michigan, a San Diego sulla Mission Bay, a Saint Louis sul Mississippi River, a San Francisco sulla San Francisco Bay e al National Mall a Washigton D.C. dove il concerto gratuito che precede i fuochi d’artificio attira ogni anno oltre mezzo milione di persone.

Happy Independence Day from Italy!

ONE WORLD TRADE CENTER

Il tre Novembre 2014 è stato aperto il quarto grattacielo più alto del mondo, nonché il più alto dell’Emisfero occidentale. Dove? A New York City, al 285 di Fulton Street, costruito sul sito che ospitava fino al 2001 il World Trade Center con le Torri Gemelle. Con i suoi 541 metri, 1776 piedi in rappresentanza dell’anno della dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti, risulta il più alto della città, togliendo il primato all’Empire State Building ( 381 m).

La torre, che è la principale del New World Trade Center, sorge nell’angolo nord-est del sito. E’ nota anche non ufficialmente come Freedom Tower  (Torre della Libertà) ed attorno ad essa sorgeranno altre edifici, di cui uno residenziale.cn_image_2.size.world-trade-center-03-h670x773

L’osservatorio è stato inaugurato lo scorso 29 Maggio e dai piani 100, 101 e 102 è possibile godere della vista panoramica dell’intera Manhattan. All’ingresso i visitatori sono accolti al Welcome Center, dal messaggio di benvenuto su un grande video programmato in varie lingue e dalla proiezione introduttiva dal titolo ” Voices of the Building” dedicata alla nascita del One World Trade Center. Una volta giunti al livello tramite degli ascensori dedicati chiamati ” Sky Pod“, gli spettatori accedono direttamente al See Forever Theatre dove un breve video descrive la frenetica New York combinando immagini in una visione tridimensionale. Successivamente, al piano 100, attraverso il City Pulse panorama interattivo, gli ospiti possono virtualmente ammirare da vicino i quartieri e i monumenti della città. Sempre su questo piano è possibile passeggiare su uno schermo circolare che offre una fantastica vista sulle vie della Grande Mela.

Oggi, accanto alle torre One, dove prima c’erano le Twin Towers, ci sono due fontane quadrate delle stesse dimensioni della base delle torri. Sono un monumento in ricordo delle vittime di quel giorno: sui pannelli di bronzo delle fontane sono incisi vi sono incisi tutti i nomi.

Da amante di New York come sono ho visto, visitandola più volte dopo l‘attentato dell’11 Settembre, i diversi cambiamenti avvenuti in questo sito. Dal grande buco, chiamato appunto Ground Zero, alla base per la ricostruzione delle nuove torri, fino alla visita delle fontane. Ho guardato crescere in altezza la One World Trade Center ma ora mi devo attivare per salire all’osservatorio… Si, devo organizzare al più presto un viaggio a New York!

NEW YORK: CHIUDE LO STORICO NEGOZIO DI GIOCATTOLI FAO SCHWARTZ

21 / Maggio / 2015

Da amante di New York City sono rimasta veramente male nell’apprendere la notizia della chiusura del negozio di giocattoli più famoso al mondo.  Dopo 153 anni Fao Schwartz chiuderà i battenti il prossimo Luglio. L’ho sempre ritenuto uno dei simboli della Grande Mela soprattutto per la sua posizione strategica sulla Fifth Avenue, tra il lussuoso negozio di Tiffany e l’altrettanto famigerato cubo della Apple, di fronte all’ingresso sud di Central Park.

Fao Schwartz ha sempre rappresentato il paradiso dei balocchi per grandi e piccini ed è stato immortalato più volte nei film girati a New York. Ospita al suo interno centinaia di peluche, una pianola disegnata per terra per farla suonare dai bambini che ci passano sopra, case delle bambole e pezzi da collezione presi dai film come il pianoforte gigante che è stato usato nella scena di “Big” con Tom Hanks. Praticamente un vero peccato non entrarci anche solo per curiosità.

Questo situato sulla Quinta Strada di Manhattan era l’unico supestite. Un tempo i punti vendita negli Stati Uniti erano 40. Pare che la decisione di lasciare sia dovuta ai costi insostenibili per l’affitto dei due piani all’interno del General Motors Building.

Spero vivamente che non sia la fine di un “mito” anzi, confido che possa riaprire al più presto in una nuova location.toysoldier