Tag Archives: hotel di lusso

CLARION HOTEL HELSINKI

Ottobre 2018

NOME Clarion Hotel Helsinki, quattro stelle

LUOGO Helsinki, Finlandia 

INDIRIZZO Tyynenmerenkatu 2, 00220, Helsinki

RAGGIUNGIBILITA’ E POSIZIONE Situato a circa 1Km dal terminal ovest dei traghetti e a pochi passi dal lungomare di Helsinki. Entrata priva di barriere architettoniche. Bagno per disabili in reception.

CAMERA Numero 236 al secondo piano, raggiungibile tramite ascensore. Letto matrimoniale king size, armadio, scrivania, tv a schermo piatto, set accappatoio e ciabatte, aria condizionata. Abbastanza spaziosa per ospitare clienti in sedia a rotelle. Pavimentazione: moquette.

BAGNO Piccolo dosso da superare tra la camera e il bagno. Molto spazioso, con doccia rasoterra e sedia di plastica per fare la doccia. Non ci sono maniglioni nella doccia. Wc con maniglioni e doccetta laterale. Lavabo con spazio vuoto per avvicinarsi al meglio in carrozzina. Pavimentazione: legno.

COLAZIONE Super abbondante! Dolci e cibi salati a volontà. Prodotti per celiaci. Non vi sono barriere per raggiungere la sala della colazione.

SERVIZI Piscina, palestra, sauna, bar al piano della reception, ristorante panoramico all’undicesimo piano, wi-fi gratuito, parcheggio a pagamento, reception aperta 24 ore su 24, deposito bagagli, camere anallergiche, spazi per riunioni/banchetti, animali ammessi.

NOTE Hotel di lusso con prezzi relativamente bassi per essere in Finlandia. Ottima la vicinanza del porto passeggeri. Appena fuori dall’hotel c’è la fermata numero 9 del tram che conduce al centro della città. (Tram accessibile). Totalmente handicap-friendly.

 

SHARM EL SHEIKH

Marzo 1998/ Maggio 2002             SHARM EL SHEIKH           (vacanza di otto gg)

Delle tante località di mare situate sul Mar Rosso conosco solamente Sharm El Sheikh. In questa zona il clima è favorevole tutto l’anno ed il sole caldo e la mancanza di umidità favoriscono l’arrivo dei turisti che affollano le sue spiagge. Il mare è veramente unico con una barriera corallina insuperabile. Conosco dei sub che hanno visitato i fondali marini di tutto il mondo e pare proprio che  uno dei migliori sia proprio quello del Red Sea.img138

Ci sono stata due volte in due villaggi turistici differenti e ho notato che l’accesso al mare non è uguale dappertutto. Mi spiego meglio: in alcune zone, a riva, bisogna entrare con delle scarpette di plastica per non tagliarsi i piedi con i coralli. Per coloro non volessero fare fatica o preferiscono trovare subito l’acqua alta c’è a disposizione una passerella da dove ci si può immergere o da dove ci si può tuffare. In altri luoghi, al contrario, si può entrare in mare scalzi e raggiungere la profondità dell’acqua a piedi o a nuoto. Credo che lo snorkeling e il diving siano le due attività sportive più praticate in queste località.

Naama Bay
Naama Bay

Naama Bay ospita il quartiere moderno nonché commerciale dell’agglomerato urbano di Sharm. A distanza di quattro anni non la riconobbi da tanto era stata costruita. Nuovi centri commerciali, nuovi hotel di lusso e nuovi negozi che, in parte, sostituiscono le numerose bancarelle sparse in ogni via. Gli egiziani sono un po’ insistenti, bisogna farsi l’abitudine. Inoltre vi consiglio di contrattare sempre il prezzo dato che la prima cifra proposta è sempre molto più alta del valore reale. Naama Bay è soprattutto famosa per la sua vita notturna dato che è proprio qui che i turisti giungono la sera per cercare il divertimento. Io preferisco soggiornare fuori da questa zona perché, secondo me, la concentrazione di resort e di villaggi turistici rendono il mare meno cristallino e meno pulito. Meglio godersi il bel mare lontano dal centro e raggiungere questo posto con le navette che i villaggi mettono a disposizione ai loro ospiti.

Sharm, in questo ultimo decennio, è stato paragonato a Riccione per i tanti divertimenti che vengono offerti. Tra le diverse discoteche spicca “La Dolce Vita”, situata in mezzo al deserto e ben collegata dai tanti taxi e navette degli hotel. Altrettanto gettonato è lo Smaila Sharm Coral Bay, locale ospitato dal villaggio Domina Coral Bay dove ci si scatena a cantare e a ballare con Umberto Smaila. Di diverso genere sono i tantissimi bar dove, seduti su cuscini per terra, si può fumare il narghilè gustando un cocktail.sharm-el-sheikh

Da Sharm, ma anche dalle altre località egiziane, si possono fare diverse escursioni: Il Cairo, Luxor, Petra, Monte Sinai, Monastero di Santa Caterina, jeep safari nel deserto, cammellata con cena beduina, parchi nazionali dova effettuare il safari blu. Ce n’è proprio per tutti i gusti!

Peccato che, negli ultimi anni, queste zone non risultino più tranquille come un tempo. Mi piacerebbe fare la crociera sul Nilo ma sono costretta a rimandarla per i continui tafferugli. Le zone della costa invece sembrano meno in pericolo infatti i turisti continuano ad andarci.

In pochi non hanno ancora visitato Sharm el Sheikh, Hurghada, Marsa Alam o Berenice. Sono destinazione che fanno tutti almeno una volta nella vita.

Voi quale preferite?