Tag Archives: Londra

Londra-Sydney non stop: via ai test del volo più lungo di sempre

A ottobre Qantas ha in programma tre viaggi prova con 40 persone di equipaggio a bordo. Due staff medici monitoreranno reazioni cerebrali e ritmi circadiani di piloti e staff. Se tutto andrà bene, il vettore australiano conta di offrire la tratta dal 2022. Anche se, al momento, nessun velivolo in produzione può coprire i 17mila km di un volo a pieno carico senza soste

Londra e Sydney sembrano più vicine che mai. Il volo non stop che Qantas ha promesso di mettere in pista un paio di anni, destinato con i suoi oltre 17mila km per 19-20 ore ininterrotte a oltre quota 10mila, verrà molto presto anticipato da tre “ghost flight”, nei quali una quarantina di persone tra personale della compagnia australiana e medici testeranno le reazioni dell’organismo sottoposto a trascorrere in aria la gran parte di un giorno e di una notte.

L’esperimento si terrà in ottobre e ha un valore pressoché vincolante per il futuro di quello che dovrebbe diventare il volo non stop più lungo del mondo. Entro fine anno, infatti, Qantas deciderà se dare o meno un seguito al suo “Sunrise project” (progetto alba), che prevede l’introduzione di tratte senza scalo tra Sydney, Melbourne e Brisbane da una parte, Londra e New York dall’altra. Se l’esito dell’esperimento sarà positivo, il vettore oceanico conta di addizionare queste e altre tratte Australia-Europa e Australia-Americhe a partire da fine 2022, anche se questo dipenderà in buona parte da quello che i costruttori di aerei saranno in grado di mettere a disposizione. Al momento, infatti, l’aereo capace di trasportare un intero carico di passeggeri e bagagli dall’Oceania orientale all’Europa Nord-occidentale non esiste – i Boeing 787-9 che verranno impiegati nei “ghost flights” viaggeranno di fatto “vuoti”, verosimilmente alleggeriti di materiale non necessario e magari con extra carburante -. Qantas confidava nei futuri 777X-9, il cui progetto sta subendo ritardi, in parte correlati alla remise-en-forme dei 737-8. L’alternativa potrebbe essere un ulteriore step evolutivo degli Airbus A350-1000, il cui range al momento è di poco superiore ai 16 mila km, quanto basta a coprire l’attuale tratta non stop più lunga del mondo, la Singapore-Newark operata da Singapore Airlines. C’è anche un problema di normativa: l’Autorità per la sicurezza dell’aviazione civile australiana non ammette che il personale delle aerolinee trascorra più di 18 ore in aria.

Tornando alla parte strettamente scientifica dell’imminente esperimento, uno staff medico del Charles Perkins Centre di Sydney controlleranno il personale impiegato nei voli di prova attraverso specifici monitor indossabili, grazie ai quali potranno verificare come i ritmi sonno-veglia, la qualità e la frequenza dei pasti e la luce nella cabina influenzeranno orologio biologico e salute. Studiosi della Monash University di Melbourne terranno invece sotto controllo i piloti, attraverso encefalogrammi capaci di tracciare le onde celebrali e misurare i livelli di allerta prima, durante e dopo il volo.

Nonostante tutto questo, Alan Joyce, AD Qantas, si è detto ottimista sul futuro del progetto. Joyce ha sottolineato come i passeggeri del Perth-Londra, introdotto l’anno scorso come apripista del progetto, e ad oggi terzo nella classifica mondiale dei voli più lunghi (circa 14.500 km) abbia il rating di soddisfazione più elevato tra tutte le tratte offerte dalla compagnia. Pur volendo sottolineare la capacità del vettore australiano di offrire servizi di avanguardia sul fronte dei voli a lunga tratta – frutto della grande esperienza che è in stretta relazione con la geografia dell’Oceania – il manager ha dovuto riconoscere che alcune delle perle del progetto alba sono state abbandonate: ad esempio, l’idea di letti a castello per la classe economica.

Curiosa coincidenza (o forse no), l’annuncio dei voli sperimentali cade nel trentennale di quello che può essere considerato il capostipite dei voli fantasma sulle lunghissime tratte. Il 17 agosto del 1989, infatti, un Londra-Sydney senza scalo targato Qantas venne portato a termine con successo. In quel caso, il velivolo impiegato era un 747-400, la cui autonomia si fermava a 14.800 km. In quel caso, venne impiegato un combustibile speciale, capace di incrementare la produzione di energia del 4 per cento – un particolare tenuto a lungo segreto. In quel caso, il personale a bordo era ridotto a sole 23 persone. E verosimilmente non c’erano monitor. Ma se quella era un’impresa di stampo quasi pioneristico, stavolta, anche dal punto di vista del business che il successo dell’esperimento potrebbe portare, si fa sul serio.

Articolo preso dal sito web repubblica.it

NOVITA’ IN VIAGGIO: NON PERDERE LE PIU’ BELLE DEL 2018

Luglio 2018

Ma in fondo in fondo, che cosa davvero decide della destinazione che le persone scelgono per i loro viaggi & vacanze? Qual è il fattore cruciale? I sogni? Le passioni? La curiosità? Quel che se ne legge? La voglia di evadere? Il budget? I suoceri?

Ah, saperlo! E infatti c’è forse anche questo interrogativo nascosto nelle menti dei redattori di “Best in Travel 2018”, il volume che, puntuale, Lonely Planet presenta domani a Roma. Non una “bibbia” e neppure un vangelo (lo scorso anno lo avevamo definito così, pardon), piuttosto un bel libretto (208 pagine, 14,50 euro) ricco di idee e di spunti, alcuni anche un po’ stravaganti ma la maggior parte miele per le labbra di chi ama viaggiare.

La Stampa.it ha potuto dare un’occhiata in anteprima al volume e l’attenzione, più che dalle classifiche — di cui vi diremo poi — è stata attirata dal capitoletto di quattro pagine intitolato semplicemente “Le novità più belle”. “Credete di aver visto tutto?” recita il capoverso introduttivo. Ma figuriamoci!, diciamo noi con voi; ed eccoci quindi a pescare tra le 10 “cose più notevoli” che secondo i redattori del volume il 2018 riserverà ai viaggiatori, per ricompilare una nostra personalissima classifica.

Al primo posto secondo noi c’è il nuovo volo che dall’Argentina in 90 minuti — e senza l’inevitabile mal di mare da Capo Horn e dintorni — permetterà di sbarcare in Antartide. La compagnia aerea LADE aprirà infatti voli commerciali da Ushuaia alla base Marambio, che sarà attrezzata per accogliere i turisti. Secondo posto per un’altra avventura tra mare e terra davvero esclusiva: viaggio di otto giorni da Terranova e immersione in sommergibile a 4mila metri di profondità per esplorare il relitto del Titanic; posti, ovviamente, limitatissimi. Sul podio anche il “turismo ninja in Giappone”: tour organizzati tra luoghi sacri e scuole di questa disciplina e ninja academy per potersi diplomare.

Vessel, NY. Foto presa da Google

Ora tocca a quattro capitali del turismo globale. A Parigi in aprile verrà inaugurato l’atelier des Lumières, 2mila mq in una ex fonderia in cui ogni anno una mostra immersiva permetterà di “entrare” nelle opere di un grande artista. Sembrerà, invece, di entrare in un’opera di Escher a New York dove in autunno sarà aperta al pubblico Vessel, un’installazione in rame alta 45 metri formata da 154 rampe di scale inanellate per uno sviluppo di oltre un chilometro e mezzo. La troverete a Hudson Yards.

Londra aprirà una sede staccata della famosa Science Gallery di Dublino e proprio nella capitale irlandese l’autunno 2018 vedrà una novità importante per gli appassionati di letteratura; si tratta dell’Ulysses Centre, naturalmente dedicato a Joyce ma altrettanto naturalmente dotato delle più moderne tecnologie per un viaggio in tutta la letteratura dell’isola di smeraldo.

Dalla letteratura al cinema in quel di Nashville, Tennessee, Usa; qui si sta allestendo un mini parco a tema che riprodurrà un drive in sotto le stelle con tanto di frinire di cicale e di grilli. Ci si siederà in un’auto anni Sessanta e ci si godrà un film con la possibilità, dicono, di interagire anche con attori in carne e ossa.

Abbiamo iniziato parlando di voli, ecco un’altra novità 2018 dall’alto dei cieli: è il nuovo volo Londra – Perth proposto da Qantas da marzo. Sarà uno dei più lunghi del mondo (17 ore) e il primo a collegare direttamente Australia ed Europa. La Stampa ne ha già parlato ampiamente qui.

Ocean Cay Marine Reserve, Bahamas. Foto presa da Google

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine una nota italiana. Alle Bahamas, la Ocean Cay Marine Reserve è un sito industriale trasformato in riserva marina e isola privata da MSC Crociere. Solo i passeggeri delle navi della compagnia potranno godere delle bellezze e dei servizi dell’isola, un mix tra natura e tecnologie digitali.

Terminato l’elenco delle novità più belle, quasi dimenticavamo le classifiche che ogni anno Best in Travel stila per indicare le destinazioni top, rispettivamente per Paesi, regioni e città. Ecco i podi. Per i Paesi: Cile, Corea del Sud, Portogallo. Regioni: Belfast e la Causeway Coast, Alaska, Alpi Giulie (Slovenia). Le top città 2018 secondo Lonely Planet saranno Siviglia, Detroit e Canberra. E l’Italia? Al 7° posto c’è Matera, da visitare mentre si prepara ad essere capitale europea della cultura per il 2019.

Articolo preso dal sito web www.lastampa.it

 

Viaggi accessibili per tutti — La storia di Jay Abdullahi

Vi racconto la testimonianza di una donna coraggiosa che ha sconfitto viaggiando la sua disabilità.

La dolce londinese Jay Abdullahi, originaria della Nigeria, si è trasferita nella capitale britannica da bambina. Essendo cresciuta invalida per via della polio contratta durante l’infanzia, Jay ha colto ogni opportunità che le si è presentata per esplorare il mondo, documentando i suoi viaggi pieni di vita attraverso il suo sito web, Jay on Life.

Ha anche scritto svariati testi su come viaggiare con una disabilità ed è una delle voci più autorevoli a favore di un settore dei viaggi più accessibile per tutti. Jay sostiene inoltre l’operato di organizzazioni benefiche come l’ONG britannica Able Child Africa, che occupa un posto d’onore nel suo cuore in virtù dei suoi sforzi nell’aiutare i bambini disabili in Africa.

Che cosa ti ispira a viaggiare?

“Incredibilmente, la mia disabilità mi ispira a viaggiare. La vita e la buona salute sono spesso date per scontato dalla maggior parte delle persone. Avendo vissuto con la mia disabilità sin dai primi mesi di vita, afferro ogni opportunità che mi si presenta per esplorare il mondo. Non si sa davvero mai che cosa potrebbe succedere domani, quindi bisognerebbe cercare di vivere al meglio oggi e ogni giorno”.

Secondo Jay, il dover vivere in una grande città dai ritmi frenetici e talvolta insensibile, dove è stata “perlopiù lasciata a se stessa”, l’ha costretta a prosperare. “Andare avanti e imparare a essere autosufficiente” sono due delle risposte di Jay alla sua vita a Londra, entrambe competenze che è felice di aver acquisito.

Articolo preso dal sito www.momondo.it 

 

VIAGGI E DIVIETI

Giugno 2017

Si dovrebbe sapere che, viaggiando da un Paese all’altro, si va incontro a norme da seguire e a divieti da rispettare. Ritengo giusto sia così, per la buona educazione e per il rispetto non solo dei luoghi scelti ma anche e soprattutto delle persone che ci abitano.

Oggi ve ne elenco alcuni da tenere in considerazione se non si vuole incappare in multe salate o altro…

DIVIETO DI FUMO A DUBLINO fumare nelle aree vietate può comportare nella capitale irlandese una multa di 3000 euro!

BERE ALCOLICI IN STRADA se in città come Bruxelles e Berlino è legale, a Madrid vi può costare fino a 600 euro di multa!

FARE CHIASSO se a Copenaghen ve la potete cavare con una sanzione di appena 50 euro, in altre città come Madrid la multa può salire fino a 600 euro. Ma a Lisbona, StoccolmaReykjavík dovete essere ligi alle regole se non volete finire diretti in carcere!

VIAGGIARE SENZA BIGLIETTO chi di noi non lo ha mai fatto? Causa il ritardo o semplicemente perché non si sa dove acquistare il biglietto. Ma prestate attenzione: a Reykjavík vi chiederanno solo di scendere dal mezzo, mentre a Londra andrete incontro a multe fino a 1300 euro!

URINARE IN LUOGHI PUBBLICI non si deve assolutamente fare! Né in Italia né all’estero! Roma è la città più severa a questo proposito, la multa è di ben 10.000 euro!

LE NUOVE SETTE MERAVIGLIE DEL MONDO

Marzo 2017

Sapete quali sono le sette meraviglie del mondo? Vi sono le meraviglie del mondo antiche e quelle moderne… Oggi vi descrivo quelle classificate “nuove”, ovvero costruite tra il XIX e il XX secolo.

LONDRA Il Crystal Palace, palazzo di vetro in stile vittoriano costruito nel 1851, fu progettato da Joseph Paxton per ospitare la Grande Fiera delle Opere e delle Industrie di tutte le Nazioni. Terminata la manifestazione, il palazzo fu ricostruito in un sobborgo di Londra ma venne distrutto da un incendio nel 1936.

 

 

PARIGI La Tour Eiffel fu progettata da Gustave Eiffel, dal quale prese il nome, in occasione dell’Esposizione Universale. Venne realizzata nel 1889 ed oltre ad essere considerata il primo grattacielo mai costruito è divenuta anche il simbolo dell’intera Francia nel mondo! E’ alta 324 metri e la sua cima è raggiungibile tramite 1665 scalini o due ascensori.

NEW YORK Dal 1931, anno della sua costruzione, l’Empire State Building è il grattacielo più celebre della grande mela. E’ alto 381 metri, 443 metri con l’antenna, è visitato da circa 50.000 persone al giorno. I suoi 103 piani sono facilmente raggiungibili tramite ascensori ad alta velocità.

 

SAN FRANCISCO Il Golden Gate Bridge fu inaugurato nel 1937 e prende il nome dal Golden Gate, stretto che collega l’Oceano Pacifico con la Baia di San Francisco. Ha una lunghezza di oltre 2000 metri, è stato costruito in soli quattro anni ed ha resistito a quattro terremoti. Fu il primo ponte sospeso ad essere realizzato sopra un tratto di mare così esteso.

 

PANAMA Il Canale di Panama è situato nell’America Centrale. E’ lungo 81 km, ha una profondità massima di 12 metri e collega l’Oceano Atlantico a quello Pacifico. A causa di alcune difficoltà ambientali furono impiegati ben 11 anni per la sua realizzazione.

 

 

TRANSIBERIANA Trattasi della ferrovia più grande del mondo realizzata in Russia nel 1904 per volere dello Zar Alessandro III. E’ lunga quasi 10.000 km e collega due continenti attraversando sette fusi orari.

 

NEW YORK La seconda “nuova meraviglia” che si aggiudica la big apple è la Statua della Libertà. Realizzata nel 1886 dallo scultore Frederic Bartholdi fu eretta per commemorare l’indipendenza degli Stati Uniti diventando il simbolo della libertà per eccellenza. E’ alta 93 metri, raffigura una donna che indossa una toga mentre tiene nella mano destra una fiaccola. Nella mano sinistra ha invece un libro dove c’è la data dell’indipendenza americana e porta ai piedi della catene spezzate che simboleggiano la liberazione dal potere sovrano. In testa ha una corona con sette punte, simbolo dei sette mari.

Informazioni prese dal sito www.curiositaeperche.it

 

 

 

LA CITTA’ PREFERITA DAI VIAGGIATORI DI TUTTO IL MONDO

Marzo 2017

Il Global Destination Cities Index, pubblicato da Mastercard per il settimo anno consecutivo, ha eletto la città preferita dei viaggiatori dell’intero globo.

Con più di 21 milioni di visitatori l’anno Bangkok sale sul podio di questa classifica aggiudicandosi il primo posto. Segue Londra che, nonostante la Brexit, ha accolto quasi 20 milioni di persone lo scorso anno. Al terzo posto Parigi con 18 milioni.

Molti di voi, me compresa, si chiederanno:”Perché Bangkok? Così inquinata e così caotica?”

Nonostante i rumori assordanti ed il traffico assurdo a qualsiasi ora del giorno e della notte, la capitale della Thailandia offre un mix di modernità e di tradizione. Il bellissimo Palazzo Reale, attrazione numero uno al mondo per numero di visitatori, il Wat Pho o Buddha Sdraiato e il Wat Traimit o Budda d’Oro sono veramente imperdibili.

Ma Bangkok è molto più di questo… Lo shopping sfrenato, dai mercatini in strada ai lussuosi centri commerciali, il fantastico street food, i locali notturni e la gentilezza delle persone la rendono particolare ed affascinante!

Ma la mia amatissima New York? Nel 2016 ad accolto solo, si fa per dire, 12,7 milioni di turisti.

 

E’ PORTO LA BEST EUROPEAN DESTINATION DEL 2017

Marzo 2017

Il Portogallo si riafferma protagonista. 138.116 turisti provenienti da 174 paesi differenti hanno incoronato la città di Porto come migliore d’Europa. Titolo già ottenuto, tra l’altro, nel 2012 e nel 2014.

La nuova Regina d’Europa, così è stata rinominata, ha battuto città molto gettonate come Parigi, Londra e Barcellona. Il trionfo è dovuto al fatto che Porto è molto ospitale e unisce storia, cultura ed un’eccezionale enogastronomia.

CURIOSITA’: Porto è conosciuta anche come “capitale del nord” in quanto centro molto industrializzato della regione settentrionale del paese. Il suo centro storico è patrimonio UNESCO. Da essa derivano il nome del Portogallo e del vino stesso. Giugno è il mese dei santi popolari e di San giovanni: approfittate di questo periodo per visitarla, gli eventi e le manifestazioni folkloristiche sono numerosi.

Visitate la miglior città europea del 2017!

LE DESTINAZIONI PIU’ GETTONATE AL MONDO

Gennaio 2017

Il mondo è grande, talmente grande che non basta una vita intera per visitarlo interamente. Io stessa vorrei essere sempre in viaggio alla scoperta di nuove terre, culture ed usanze. Ma vi siete mai chiesti quali sono le mete più richieste? Il famoso sito di recensioni www.tripadvisor.it  ha stillato una classifica riguardante le 25 destinazioni più amate e quindi prescelte dai turisti di tutto il pianeta. Personalmente avrei posizionato diversamente alcune città che ho amato e che tuttora amo maggiormente, ma come sempre è il mio solo ed unico pensiero contro la statistica vera e propria. Quale città/luogo troviamo in prima posizione?

In molti non si stupiranno nel trovare al primo posto LONDRA, capitale cosmopolita e fashion del Regno Unito. Visitata non solo da giovani e da studenti in cerca di lavoro ma anche da persone adulte che amano questa città talmente tanto da tornarci appena possibile. Londra offre davvero tantissimo e molteplici sono i musei e le attrazioni che la rendono imperdibile! Un vero MUST per i viaggiatori.

ISTANBUL si aggiudica il secondo posto. Come dare torto alle persone che l’hanno votata! A mio avviso è la capitale più affascinante d’Europa! Non perdetevi il tour sul Bosforo al tramonto, il panorama lascia senza fiato! Consiglio di rimanerci quattro giorni per visitarla al meglio.

 

 

Al terzo posto c’è MARRAKECH, città del Marocco situata nel centro-sud del Paese. Le persone che hanno effettuato il tour delle Città Imperiali sostengono che Marrakech sia la meno interessante… Chi può dirlo… Sta di fatto che è talmente visitata da aggiudicarsi un posto sul podio di questa importantissima classifica.

 

4 il quarto posto se lo aggiudica PARIGI, la città più romantica del mondo!

5 SIEM REAP con le meravigliose rovine di Angkor

6 PRAGA, città magica della Boemia

7 ROMA non poteva mancare nella classifica delle città più visitate del mondo

8 HANOI  capitale del Vietnam nonché città più bella del Paese.

9 NEW YORK simbolo dell’intera America e mia città del cuore…

10 UBUD cittadina in prevalenza indu situata sull‘isola di Bali. Qui hanno girato alcune scene del film “Eat pray love

11 BARCELLONA, la vivace città spagnola che ruba la scena alla capitale

12 LISBONA capitale e principale città del Portogallo

13 DUBAI dove aleggia il lusso più sfrenato

14 SAN PIETROBURGO con il suo prezioso Ermitage

15 BANGKOK capitale della Thailandia e città mooolto trafficata

Seguono AMSTERDAM, BUENOS AIRES, HONG KONG, PLAYA DEL CARMEN, CITTA’ DEL CAPO, TOKYO, CUSCO, KATHMANDU, SYDNEY, BUDAPEST

Voi quali preferite?

ALLA SCOPERTA DELLE PISTE DI PATTINAGGIO SU GHIACCIO PIU’ INTERESSANTI

Gennaio 2017

Il periodo è quello giusto! Neve, freddo e ghiaccio ricoprono l’Italia da nord a sud. In molti approfittano della situazione per divertirsi con la neve o per pattinare sul ghiaccio. A questo proposito, con questo mio nuovo post, vi descrivo quali sono le piste di pattinaggio su ghiaccio più belle e rinomate al mondo!

Rockefeller Centre

Inizierei da quella più famosa, dove la tappa è d’obbligo per chi si reca nella grande mela durante i mesi invernali. Mi sto riferendo alla pista di pattinaggio su ghiaccio del Rockefeller Center di New York. Nel periodo natalizio c’è parecchia folla, ma con un pò di pazienza e prestando attenzione, si riesce a pattinare sotto il grande albero simbolo del Natale per antonomasia! Il tutto accompagnato da musiche a tema.

Lago Louise Banff

Restiamo oltreoceano, più precisamente in Canada dove vi è una pista da pattinaggio su ghiaccio naturale. Trattasi del lago Louise a Banff che in inverno si congela formando una enorme lastra di ghiaccio sul quale poter pattinare. Le montagne rocciose circostanti rendono il paesaggio da cartolina! Come restarne indifferenti? Landskape incredibile ed entrata gratuita.

Wiener Eistraum

Torniamo in Europa, più precisamente a Vienna. Il nome di questa struttura si traduce in “Sogno di ghiaccio”. Wiener Eistraum fu inaugurata nel 1996, vanta 6000 metri quadrati di ampiezza dove vi pattinano più di 600 mila persone ogni anno. Non fatevi scoraggiare dal freddo, diversi punti di ristoro sono posizionati ai lati della pista. I pattinatori si esibiscono sulle note del valzer.

Pattinare su ghiaccio nella città dell’amore assieme al vostro innamorato/a? BIEN SUR! A Parigi ci sono diverse piste di pattinaggio, ma vi raccomando quella della piazza dell’Hotel de Ville, di fronte al Comune. Questo luogo è considerato magico, con musiche dal vivo, decorazioni molto curate, luci notturne ed il Gran Palais come sfondo. A Natale è un must!

Concludo con la pista di pattinaggio più economica, ma allo stesso tempo più gettonata, di Londra. La Somerset House Ice Rink, posizionata sulle sponde del Tamigi, la sera è illuminata a giorno rendendo lo scenario da favola. E’ aperta solo pochi mesi l’anno, più precisamente dal 18 Novembre al 16 Gennaio. Anche attorno a questa pista vi sono diversi punti di ristoro, mentre un dj anima le giornate a suon di musica!

DOVE TRASCORRERE IL CAPODANNO 2017? QUESTE LE DESTINAZIONI CHE PREDILIGONO GLI ITALIANI

Dicembre 2016

Un nuovo anno sta per arrivare e la domanda è sempre la stessa: dove trascorre il capodanno? Meglio l’estero o l’Italia?

Skyscanner, il famoso motore di ricerca dei voli, ha stillato una classifica on line sulle mete scelte dagli italiani per il capodanno 2017.

Sul podio, al primo posto, troviamo la città che non dorme mai. Ebbene si, New York City si aggiudica il numero più alto di viaggiatori che vi si recheranno per brindare la sera di San Silvestro. Come non essere d’accordo! La grande mela ha sempre molto da offrire e la città addobbata per Natale risulta essere, se possibile, ancora più bella!capodanno-ny

Al secondo posto c’è Londra, la città europea più visitata e amata da noi italiani. Senza tralasciare che è facilmente raggiungibile dai numerosi voli low-cost che partono dai principali aeroporti d’Italia. I fuochi d’artificio sul Tamigi sono veramente imperdibili!capodanno-londra

Il terzo posto se lo aggiudica la capitale del regno di Siam, la cosmopolita Bangkok. Il clima è sempre ottimo e le attrazioni da visitare sono numerose e accontentano i gusti di tutti.capodanno-bangkok

Ma a completare la top ten delle destinazioni più ricercate per capodanno 2017 troviamo anche Amsterdam, l’Avana, Miami, Barcellona, Praga, Madrid e Parigi.

Gli italiani vogliono un capodanno da sogno! Voi dove lo trascorrerete? Forza e coraggio, avete ancora un pò di giorni a disposizione per le prenotazioni!