Tag Archives: Patrimonio dell’UNESCO

LA FIABESCA SINTRA

Novembre 2017

Sintra, comune portoghese del distretto di Lisbona, è diventata la più apprezzata gita giornaliera da parte dei visitatori che si recano qualche giorno nella capitale del Portogallo. I suoi scenari, abbelliti da edifici storici, sono comparabili ad una città fiabesca.

Dalla stazione di Lisbona Rossio, ogni 30/40 minuti circa, parte un treno per Sintra. La stazione ha l’accesso per disabili sul lato destro. Tutti i treni hanno un vagone riservato alle sedie a rotelle. Non è necessario fare richiesta di assistenza in anticipo come in Italia, al contrario basta posizionarsi sulla banchina in attesa che un addetto venga a togliere la pedana elettrica per salire e scendere. In tre quarti d’ora di viaggio si giunge alla stazione di Sintra.

Le salite e le discese la accomunano a Lisbona, ma a Sintra basta prendere il bus 434 che parte dalla stazione ed effettua il giro completo delle attrazioni più importanti. Si può quindi salire e scendere a proprio piacimento dove si desidera. Unico neo la rampa del pullman, forse troppo ripida da superare in autonomia.

Attrazioni visitate: Palacio Nacional de Sintra. La biglietteria lo “vende” come accessibile, ma io lo ridefinirei “parzialmente accessibile” per via di qualche gradino che spunta qua e la tra una stanza e l’altra. Oggi, quello che un tempo era il Palazzo Reale, appartiene allo stato portoghese e la sua architettura presenta tracce medioevali. Ha come caratteristica comignoli gemelli bianchi a forma di cono.

strada castelo dos Mouro

Castelo dos Mouro, accessibile solo la strada panoramica molto ripida (percorsa col Triride) che porta alla biglietteria. Da li in poi inaccessibile.

Palacio Nacional de Pena, accessibili sono gli esterni. All’ingresso vi è lo shop col bagno per disabili, mentre al secondo piano, tramite l’ascensore, si accede bar e alla terrazza. Nonostante non sia riuscita ad apprezzarlo in tutte le sue sfaccettature, questo sontuoso palazzo mi ha incantata coi suoi colori e con le sue forme. La salita che porta all’entrata è ripida, ho fatto fatica ad arrivare in cima nonostante il Triride, ma lo sforzo è stato ripagato dalla bellezza del palazzo/castello che è entrato a far parte del Patrimonio dell’Unesco nel 1995, mentre nel 2007 è stato eletto una delle sette meraviglie del Portogallo.

 

Un vero peccato visitare Lisbona senza recarsi a Sintra…

ROSKILDE, ANTICA CAPITALE MEDIOEVALE DELLA DANIMARCA

Ottobre 2015

Durante la mia permanenza a Copenaghen visitai altre due cittadine danesi. Una di queste è Roskilde, piccolo gioiello danese a soli 30 Km dalla capitale situata all’estremità dell’omonimo e lunghissimo fiordo. E’ facilmente raggiungibile in quanto dalla stazione centrale di Copenaghen partono dai quattro ai sei treni ogni ora.

E’ una bella meta conosciuta principalmente per essere una città vichinga dato che è stata un antico insediamento vichingo e fu inoltre la capitale medioevale della Danimarca fino al 1417. Devo ammettere che, girovagando attorno alla sua piazza, si respira ancora un’aria vichinga. E le persone del luogo sono le prime a testimoniarne per come sono vestite e per lo stile di vita che conducono.

QUALI SONO LE ATTRAZIONI DI ROSKILDE? Sono due: Roskilde Domkirke che risulta essere la Cattedrale più bella della Danimarca e il Museo delle Navi Vichinghe.

Cattedrale di Roskilde
Cattedrale di Roskilde

Davvero bella ed imponente, la Cattedrale gotica di Roskilde è tutelata dal Patrimonio dell’Unesco dal 1995. Vanta una storia millenaria dato che la sua costruzione iniziò nel 1170. Ma servirono più di 200 anni per edificarla ed in seguito fu rimaneggiata moltissime volte nel corso dei secoli. Molto difficile da fotografare interamente a causa delle torri gemelle con le guglie affilate che toccano il cielo e dell’alto campanile che è visibile da tutta la città.

L’interno merita di essere visitato. E’ tutto completamente accessibile in sedia a rotelle tranne il piano superiore. Grandiose le tre navate a volta, il pulpito di arenaria, marmo e alabastro, la Pala dorata di forme rinascimentali, il sarcofago nero della Regina Margherita e diverse cappelle accanto al corpo centrale della chiesa. E proprio in queste cappelle laterali riposano i monaci danesi rendendo la Cattedrale il loro principale luogo di sepoltura. Sono tutte molto decorate ma, a mio avviso, le più particolari sono la cappella di Cristiano IV e quella di Cristiano V. Nel 1500 fu aggiunto l‘orologio di San Giorgio, attrazione per tutti i turisti che si fermano ad ammirare lo spettacolo che avviene ad ogni battito d’ora dove San Giorgio attacca il drago. Importante attrazione turistica è visitata da 125.000 persone all’anno.

A pochi minuti a piedi dalla Cattedrale raggiunsi il Museo delle Navi Vichinghe. La storia racconta che attorno all’anno mille, nel fiordo di Roskilde, vennero affondati cinque vascelli vichinghi su cui poi vennero accatastate numerose pietre al fine di impedire la navigazione le fiordo probabilmente per proteggere la città dalle incursioni dei pirati. In seguito le imbarcazioni furono recuperate, ricomposte nella Sala del Museo che fu creato sulla riva del fiordo apposta per ospitarle.

Sono diverse le tipologie delle navi che vanno dal cargo, alla nave da guerra fino all’unico ” knarr“, imbarcazione usata per scopi commerciali. Di fronte al Museo vi è l’isoletta di Museumso, su cui sono ormeggiate alcune imbarcazioni. Si arriva a bordo di tipiche barche nordiche che è possibile condurre come se si fosse veri pirati. Il tutto organizzato dal museo. Non tutte le sale sono accessibili in sedia a rotelle a causa di alcuni gradini.

Ora avete dei validi ed interessanti motivi per visitare Roskilde!

IL CASTELLO DI KRONBORG IN DANIMARCA

Ottobre 2015

250

In 45 minuti di treno dalla stazione di Copenaghen si raggiunge Elsinore, città situata sulla costa nord-est dell’isola di Selandia a circa 45 km dalla capitale e a quattro km di mare da Helsingborg in Svezia. L’attrazione principale di questa cittadina è il suo castello, non più bello di tanti altri ma con una particolarità: nel 1600 Shakespeare vi ambientò l’Amleto.

Letteratura e storia si fondono in questo luogo, Castello di Kronborg, dove una fortezza circondata da cannoni si unisce ad un edificio rinascimentale. Dal 2000 appartiene al Patrimonio dell’UNESCO e, durante la stagione estiva, è molto emozionante assistere ad una delle serate dedicate ad Amleto. E, sempre in estate, nel cortile interno, si svolge un festival shakespeariano.

Non tutte le stanze sono accessibili in sedia a rotelle. Tra le più visitate vi sono la sala per i banchetti, le casematte, i quartieri dei soldati e oscuri labirinti. Il Castello fu fatto costruire su ordine di Re Federico II tra il 1574 e il 1585 che lo volle nel punto in cui la Danimarca è più vicina alla Svezia. Al suo interno si trova la statua di Ogier il Danese, personaggio leggendario che compare nel ciclo dei poemi “geste de Doon de Mayence“. Secondo la leggenda Ogier dormirebbe ancora nel Castello, avvolto nella sua lunga barba, pronto a svegliarsi solo se e quando la Danimarca sarà in grave pericolo.

La visita si effettua in mezza giornata, con possibilità di pranzare nel ristorante adiacente al Castello. Se vi recate a Copenaghen e avete del tempo libero non perdetevi questa attrazione davvero suggestiva e storica.