Tag Archives: Roma

SOFIA,BULGARIA

Giugno 2017

Pochi sanno che Sofia, capitale della Bulgaria, con i suoi 1.200.000 abitanti è la terza città più antica d’Europa dopo Atene e Roma. I resti della vecchia città sono tuttora ben visibili.

Dall’aeroporto al centro città si passa attraverso la grigia periferia con i suoi palazzoni a più piani che intristiscono al solo colpo d’occhio. Purtroppo ci troviamo nell’Europa dell’est in un Paese uscito da pochi anni dal comunismo e questo fattore incide tutt’oggi su diversi aspetti.

Il cuore della città non è mantenuto benissimo: marciapiedi rotti, case diroccate e palazzi decadenti. Inoltre non vi è nulla, ma proprio nulla, accessibile in sedia a rotelle. Un marciapiede giallo, detto “miglio giallo” per via del colore della pavimentazione, indica l’itinerario dove si snodano le principali attrazioni cittadine.

Il simbolo religioso della città e anche della liberazione attuata dai russi a sfavore della dominazione turca è la Cattedrale di Aleksandar Nevskij. Sarei stata ore ed ore ad ammirare questo gioiello le cui cupole placate in oro, le cinque navate ed il campanile con 12 campane attirano turisti provenienti da tutto il mondo. Fu eretta nei primi del Novecento e risulta essere la cattedrale ortodossa più grande della regione dei Balcani. E’ in stile bizantino e solo la sua visita merita l’intero viaggio! Per entrare bisogna superare dieci scalini posti davanti l’entrata. Non vi sono rampe né scivoli.

Ma Sofia è piena di chiese: Da quella di Santa Sofia che da il nome alla città, alla chiesa russa, uno splendido esempio di arte bizantina circondata da giardini floreali. Nessuna ha l’accesso per le sedie a rotelle.

chiesa russa

La capitale bulgara è una città ricca di arte, con numerosi musei sparsi in ogni angolo della città. L’unico che mi è parso accessibile in carrozzina è l’History Museum raggiungibile dalla strada tramite un ascensore.

Mangiare in Bulgaria è veramente economico. Non vi è una vasta scelta, ma i piatti sono buoni e non si spende più di 7 euro a testa per una porzione di carne con patate accompagnata da birra locale. Vi consiglio di assaggiare le torte a più strati esposte nelle vetrine delle pasticcerie. Lungo Vitosha Boulevard si trovano non solo molti negozi, ma anche diversi ristoranti e locali per mangiare e bere.

Nonostante la sua adesione all’Unione Europea nel 2007, la Bulgaria ha conservato la propria moneta nazionale: il lev bulgaro. Io ho cambiato direttamente in aeroporto al mio arrivo. Il tasso di cambio si aggira a 1,95 lev per un euro.

I taxi sono poco costosi, prestate attenzione però alle truffe. Sono in molti ad approfittare del fatto che si è turisti. Meglio prenotare il taxi o navetta 7 posti direttamente all’hotel. Sembrerà strano ma si spende meno!

Nonostante tutto quello che ho scritto e nonostante le numerose barriere architettoniche devo ammettere che Sofia non mi è dispiaciuta. Non consiglio però di spendere più di un giorno per visitarla. Se vi recate qui avete anche la possibilità di effettuare escursioni in bellissime località vicine.

DOVE DORMIRE trovate la recensione dell’hotel Eart & People and SPA di Sofia della categoria “recensioni” del blog.

 

I LUOGHI ITALIANI PIU’ INSTAGRAMMATI

Giugno 2017

Instagram è diventato il social più cool del momento. Ben 11 milioni di italiani lo usano per postare fotografie non solo di luoghi, ma anche di momenti della propria giornata.

Una classifica on line ha stillato quali sono le città italiane più condivise sulla piattaforma di Instagram.

PRIMO POSTO: Roma. Avevate dei dubbi? La città eterna con le sue famose piazze, i monumenti ed anche le spiagge, non solo spopola su Instagram ma sbaraglia tutte le altre concorrenti. Il primissimo posto se lo aggiudica il Colosseo, seguito dalla Fontana di Trevi. All’undicesimo posto troviamo Piazza Navona, al quattordicesimo il Pantheon, al diciassettesimo Piazza del Popolo ed al ventesimo si piazza Castel Sant’Angelo.Tutte bellezze romane visitate ogni giorno da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo.

SECONDO POSTO: Firenze risulta al secondo posto tra le città più presenti. Il capoluogo della Toscana ha tre siti in classifica: il sesto posto se lo aggiudica Piazza del Duomo, l’ottavo Ponte Vecchio mentre al quindicesimo posto troviamo Piazza Michelangelo.

TERZO POSTO: Milano, con la sua Piazza Duomo. Milano è presente in classifica anche con lo Stadio di San Siro al nono posto e con la Fondazione Prada al diciottesimo posto.

Tra le altre città italiane nella classifica delle presenze su Instagram troviamo anche Bologna, Pisa e Verona. Poco presente Venezia, con solo Piazza San Marco al quarto posto.

VIAGGI E DIVIETI

Giugno 2017

Si dovrebbe sapere che, viaggiando da un Paese all’altro, si va incontro a norme da seguire e a divieti da rispettare. Ritengo giusto sia così, per la buona educazione e per il rispetto non solo dei luoghi scelti ma anche e soprattutto delle persone che ci abitano.

Oggi ve ne elenco alcuni da tenere in considerazione se non si vuole incappare in multe salate o altro…

DIVIETO DI FUMO A DUBLINO fumare nelle aree vietate può comportare nella capitale irlandese una multa di 3000 euro!

BERE ALCOLICI IN STRADA se in città come Bruxelles e Berlino è legale, a Madrid vi può costare fino a 600 euro di multa!

FARE CHIASSO se a Copenaghen ve la potete cavare con una sanzione di appena 50 euro, in altre città come Madrid la multa può salire fino a 600 euro. Ma a Lisbona, StoccolmaReykjavík dovete essere ligi alle regole se non volete finire diretti in carcere!

VIAGGIARE SENZA BIGLIETTO chi di noi non lo ha mai fatto? Causa il ritardo o semplicemente perché non si sa dove acquistare il biglietto. Ma prestate attenzione: a Reykjavík vi chiederanno solo di scendere dal mezzo, mentre a Londra andrete incontro a multe fino a 1300 euro!

URINARE IN LUOGHI PUBBLICI non si deve assolutamente fare! Né in Italia né all’estero! Roma è la città più severa a questo proposito, la multa è di ben 10.000 euro!

FERNANDO BOTERO IN MOSTRA A ROMA

Maggio 2017

Articolo preso dal sito www.panorama.it

Origini colombiane, famoso e popolare in tutto il mondo per il suo inconfondibile linguaggio pittorico, per i sui “volumi” immediatamente riconoscibili, Fernando Botero è senza dubbio uno degli artisti più originali e quotati del nostro tempo, una sorta di icona dell’ arte contemporanea.

Ed è a lui (in occasione del suo ottantacinquesimo compleanno) e alla sua arte fantastica e fiabesca, in cui si percepisce fortemente l’ eco della nostalgia per un mondo che non c’è più, che Roma rende omaggio con una grande esposizione al Vittoriano, la prima grande retrospettiva dell’ opera di Botero in Italia: in mostra una cinquantina dei suoi capolavori – molti dei quali in prestito da tutto il mondo – che ripercorrono oltre 50 anni di carriera (dal 1958 al 2016) di questo grande Maestro della “revolución permanente”.

Uomini e donne dalle forme “rotonde”, animali, vegetazione i cui tratti e colori brillanti riportano immediatamente alla memoria l’ America Latina, sono i tratti distintivi dell’ arte di Botero, un’ arte grottesca, ironica, popolare, anticonformista, che nasce dal connubio tra antichità italiana e autenticità colombiana.

La mostra – curata da Rudy Chiappini in stretta collaborazione con l’artista – apre sotto l’ egida dell’ Istituto per la storia del Risorgimento italiano, è promossa dall’ Assessorato alla Crescita culturaleSovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale con il patrocinio della Regione Lazio ed è organizzata e co-prodotta da Gruppo Arthemisia e Mondo Mostre Skira.

Botero
5 maggio – 27 agosto 2017
Complesso del Vittoriano
Ala Brasini
Via di San Pietro in Carcere – Roma –  

LE CITTA’ ITALIANE PIU’ VISITATE A PASQUA

Aprile 2017

Pasqua è alle porte e molti turisti stranieri si apprestano a visitare le nostre meravigliose città italiane. eDreams ha condotto una ricerca su quali saranno quelle più gettonate per la Pasqua 2017. 

Dall’indagine effettuata ecco la classifica delle destinazioni più popolari tra i visitatori europei:

al primo posto troviamo lei, la città eterna nonché la più amata di sempre: Roma. Risultava prima tra le città italiane più visitate anche a Pasqua dello scorso anno.

 

 

 

segue Milano, la cui crescita di preferenze dopo l’Expo sembra non fermarsi.

 

 

al terzo posto si posiziona Venezia, adorata non solo dagli europei ma anche e soprattutto dagli stranieri di tutto il mondo.

 

 

Seguono Napoli, Palermo, Catania, Pisa, Firenze, Bologna e Bari.

Dall’indagine condotta da eDreams emerge che i turisti stranieri presenti in Italia nel periodo pasquale saranno prevalentemente Francesi, seguiti da Tedeschi, Spagnoli, Inglesi e Belgi.

Voi dove trascorrerete Pasqua quest’anno? E quali sono le vostre città italiane preferite?

LE DESTINAZIONI PIU’ GETTONATE AL MONDO

Gennaio 2017

Il mondo è grande, talmente grande che non basta una vita intera per visitarlo interamente. Io stessa vorrei essere sempre in viaggio alla scoperta di nuove terre, culture ed usanze. Ma vi siete mai chiesti quali sono le mete più richieste? Il famoso sito di recensioni www.tripadvisor.it  ha stillato una classifica riguardante le 25 destinazioni più amate e quindi prescelte dai turisti di tutto il pianeta. Personalmente avrei posizionato diversamente alcune città che ho amato e che tuttora amo maggiormente, ma come sempre è il mio solo ed unico pensiero contro la statistica vera e propria. Quale città/luogo troviamo in prima posizione?

In molti non si stupiranno nel trovare al primo posto LONDRA, capitale cosmopolita e fashion del Regno Unito. Visitata non solo da giovani e da studenti in cerca di lavoro ma anche da persone adulte che amano questa città talmente tanto da tornarci appena possibile. Londra offre davvero tantissimo e molteplici sono i musei e le attrazioni che la rendono imperdibile! Un vero MUST per i viaggiatori.

ISTANBUL si aggiudica il secondo posto. Come dare torto alle persone che l’hanno votata! A mio avviso è la capitale più affascinante d’Europa! Non perdetevi il tour sul Bosforo al tramonto, il panorama lascia senza fiato! Consiglio di rimanerci quattro giorni per visitarla al meglio.

 

 

Al terzo posto c’è MARRAKECH, città del Marocco situata nel centro-sud del Paese. Le persone che hanno effettuato il tour delle Città Imperiali sostengono che Marrakech sia la meno interessante… Chi può dirlo… Sta di fatto che è talmente visitata da aggiudicarsi un posto sul podio di questa importantissima classifica.

 

4 il quarto posto se lo aggiudica PARIGI, la città più romantica del mondo!

5 SIEM REAP con le meravigliose rovine di Angkor

6 PRAGA, città magica della Boemia

7 ROMA non poteva mancare nella classifica delle città più visitate del mondo

8 HANOI  capitale del Vietnam nonché città più bella del Paese.

9 NEW YORK simbolo dell’intera America e mia città del cuore…

10 UBUD cittadina in prevalenza indu situata sull‘isola di Bali. Qui hanno girato alcune scene del film “Eat pray love

11 BARCELLONA, la vivace città spagnola che ruba la scena alla capitale

12 LISBONA capitale e principale città del Portogallo

13 DUBAI dove aleggia il lusso più sfrenato

14 SAN PIETROBURGO con il suo prezioso Ermitage

15 BANGKOK capitale della Thailandia e città mooolto trafficata

Seguono AMSTERDAM, BUENOS AIRES, HONG KONG, PLAYA DEL CARMEN, CITTA’ DEL CAPO, TOKYO, CUSCO, KATHMANDU, SYDNEY, BUDAPEST

Voi quali preferite?

IL NATALE NELLE CITTA’ PIU’ BELLE DEL MONDO

Dicembre 2016

Il Natale è appena passato…. Come l’avete trascorso? A casa ad abbuffarvi o in giro per il mondo?

Vi posto alcune foto delle città più belle addobbate per le festività… Risultano essere ancora più particolari!

BUDAPEST

La bellissima capitale dell’Ungheria, visitata durante il periodo natalizio, è magica e fiabesca.

 

 

 

 

 

GUBBIO

In Italia spicca Gubbio, col suo albero di Natale più grande del mondo! Viene acceso ogni anno alla vigilia dell’Immacolata sulle pendici del Monte Ingino in onore del Patrono della città San Ubaldo.

 

 

 

 

WASHINGTON

Washington è la capitale degli Stati Uniti d’America. I suoi visitatori si devono accontentare di ammirare questo luccicante albero di Natale, ovviamente meno famoso di quello accuratamente addobbato nella Casa Bianca.

 

 

MEDELLIN

Medellin è un comune colombiano, secondo per popolazione dopo la capitale Bogotà. I colori e le luci di Natale sembrano formare un mosaico variopinto sui muri della città.

 

 

 

RIO DE JANEIRO

Rimanendo in sudamerica ecco la splendida foto dell’albero di Natale a Logoa. E’ il più alto albero di Natale galleggiante al mondo. 85 metri d’altezza, 3,1 milioni di lampadine, 120 km di luminarie che cambiano colore e 1200 persone coinvolte nei lavori.

 

 

BURGOS

Per coloro non lo sapessero Burgos è un comune spagnolo situato nella comunità autonoma di Castiglia e Leon. Qui si avverte e si respira un’atmosfera natalizia davvero unica!

 

 

 

ROVANIEMI

Il Natale per eccellenza è qui, dove Babbo Natale e le sue renne abitano indisturbati. Rovaniemi, in Lapponia, è famosa in tutto il mondo ed il villaggio di Babbo Natale è meta di pellegrinaggio da parte dei bambini più curiosi ed avventurosi.

 

 

 

SINGAPORE

Come si festeggia il Natale nella Manhattan dell’oriente? Con luci ed illuminazioni fuori da ogni portata! Provare per credere!

 

 

 

FRANCOFORTE

Il Natale a Francoforte è speciale. La città si veste a festa per accogliere i tre milioni di visitatori provenienti da tutta Europa ed i mercatini natalizi sono una delle più antiche fiere della Germania.

 

 

 

 

ROMA

Torniamo in Italia da quella che risulta essere la città più amata nel mondo. Roma, con l’albero di Natale in Piazza San Pietro che proviene dal Trentino. Rimarrà illuminato fino alla notte di domenica 8 Gennaio.

ROMA: LETTERA DI RINGRAZIAMENTO AL SINDACO DI CASTEL GANDOLFO

Novembre 2016

Sono felice di comunicarvi la mia collaborazione con l’associazione C.A.B.A. di Roma. Lo scopo dell’associazione è quello di rimuovere gli ostacoli che limitano la libertà e l’uguaglianza dei cittadini meno abbienti, tra i quali le persone con disabilità, impedendo loro il pieno sviluppo e l’effettiva partecipazione al lavoro e all’attività sociale del Paese. Il C.A.B.A.(comitato abbattimento barriere architettoniche), da anni ha cercato e sta cercando tutt’oggi di focalizzare l’obiettivo sulle barriere architettoniche, senza tralasciare le altre problematiche.caba-logo

Il fondatore di questa magnifica associazione, Giuseppe Battistoni, col quale è nata una bella amicizia oltre che una bella alleanza, mi ha gentilmente inviato una lettera che il C.A.B.A. ha spedito al sindaco di Castel Gandolfo per ringraziarlo, assieme alla sua giunta, della realizzazione di un marciapiede in via dei Pescatori che favorisce il percorso di persone con disabilità ridotta ma anche di mamme con passeggini e di anziani.

Ci tengo molto alla pubblicazione della lettera, ma soprattutto alla divulgazione dei progetti e dei traguardi che l’associazione C.A.B.A. sta attuando. Da disabile in sedia a rotelle ritengo sia importantissimo il lavoro di abbattimento delle barriere nella nostra bellissima Italia. Molte persone mi domandano come mai viaggio di più all’estero… La risposta è semplice: ci sono meno barriere!

Detto ciò ringrazio di cuore Giuseppe Battistoni e il sindaco di Castel Gandolfo Milva Monachesi. A presto con altre news della C.A.B.A. La nostra collaborazione è solo all’inizio! La strada da fare è ancora molta.

lettera-aperta-al-sindaco-di-castelgandolfo-1

 

MILANO PIU’ VISITATA DI ROMA

Ottobre 2016

Chi l’avrebbe mai detto? Milano, capoluogo della Lombardia batte Roma, capitale d’Italia, in numero di visitatori. Il sindaco di Milano, Beppe Sala, in occasione dell’incontro con gli industriali di Assolombarda, ha sottolineato il successo riscosso dalla sua città che, per il terzo anno consecutivo, batte Roma con più visitatori annuali.milano_skyline_02

Anche il presidente degli albergatori di Apam Confcommercio ha enfattizzato il successo che Milano è riuscita a conseguire e a persistere anche dopo l’Expo 2015. Con questo boom di turisti Milano sale al quattordicesimo posto della classifica delle metropoli più visitate del 2016, battuta in Europa solo da Londra e Parigi.

Cosa sta accadendo alla bellissima Roma? Sono lombarda ma sono obbiettiva. Le bellezze della capitale non sono nemmeno minimamente paragonabili a quelle di Milano, nota soprattutto per il suo quadrilatero della moda. Eppure, nonostante il Giubileo della Misericordia, Roma appare solo al sedicesimo posto della classifica, con una percentuale di numero di turisti in calo rispetto agli scorsi anni.

Io mi auguro che la città eterna recuperi alla grande e che possa tornare ad essere una delle città più visitate al mondo. Comunque, a mio avviso, rimane una delle città più affascinanti dell’intero pianeta!

 

IN ABRUZZO APRE LA PRIMA FONTANA DI VINO

Ottobre 2016

Sabato otto Ottobre ha aperto la prima fontana di vino continua in Italia. In realtà ne esistono già altre nel nostro Paese, più precisamente a Marino (Roma), a Carosino (Taranto) e a San Floriano del Collio (Gorizia). Ma queste ultime, rispetto alla nuova fontana abruzzese che erogherà vino di continuo, vengono aperte solo in rare particolari occasioni.

Ci troviamo a Caldari, in provincia di Chieti. L’idea della fontana continua di vino in questa località nasce da Dina Cespa e Luigi Narcisi, una coppia di coniugi fondatori dell’associazione no profit “Cammino di San Tommaso“. Appassionati di “cammini”, durante il famoso pellegrinaggio di Santiago di Compostela, si imbattono nella fontana di vino della storica cantina Bodegas Irache, a Estella, in provincia di Pamplona. Questa fontana spagnola è stata posizionata in questo punto per accogliere i pellegrini e per dissetarli lungo il percorso.

Caldari è un piccolo paese rientrante nel Comune di Ortona. Ha origini antiche ed è attraversato dal Tratturello, un sentiero risalente alla preistoria. Il nome serve per distinguerlo dal Tratturo magno di Sulmona, il grande sentiero originatosi dal passaggio degli animali durante la transumanza. Il Tratturello che passa per Caldari è stato percorso da moltissimi viaggiatori nel corso della storia, dall’epoca dei Sanniti ai periodi storici più recenti. Secondo alcune testimonianze è passata da queste parti anche la Principessa Santa Brigida di Svezia, nel XIV secolo.

La realizzazione della fontana abruzzese è stata possibile grazie al contributo dell’imprenditore Nicola D’Auria, titolare della cantina Dora Sarchese. Il progetto è dell’architetto Rocco Valentini.

Tutti gli intenditori di vino sono avvisati!images