Tag Archives: SPA

STEFANO BONOMI, IL MAGO DEI CAPELLI OSPITE FISSO DA CATERINA BALIVO A “DETTO FATTO”

Marzo 2018

Stefano Bonomi non è un parrucchiere, è il Parrucchiere!

Fin da piccolo ha familiarità con le forbici, tanto da tagliare qualsiasi cosa gli capitava tra le mani… Beh se non è un segno questo!

Inizia alla grande lavorando da Coppola come assistente del compianto Aldo poi, dopo vent’anni , decide di aprire un CoppolaGo, catena dei famigerati negozi Coppola.

Ma l’hairstyling, oltre ad avere un talento innato, ha anche spirito imprenditoriale che un anno fa lo ha spinto a spalancare le porte di un negozio che porta il suo nome. “Stefano Bonomi Hair” si trova a Milano in via Milazzo numero 2, a pochi passi da Corso Como e da Piazza Gae Aulenti.

Ma non è tutto… Stefano a breve aprirà anche una spa adiacente al negozio per dar modo ai suoi clienti di essere coccolati ancora di più! Inoltre sta progettando l’apertura di un nuovo “Stefano Bonomi Hair” niente meno che ad Ibiza, isola conosciuta per la sua bellezza e per il  jet-set internazionale.

Da ben cinque stagione Stefano presenzia settimanalmente al fortunato programma di Rai 2 “Detto fatto” condotto da Caterina Balivo dove è solito rivoluzionare il look delle fortunate partecipanti.

Quest’uomo è un vero e proprio vulcano! Andare a trovarlo mi ha riportato il sorriso! La sua simpatia è contagiosa ed il suo staff è attento e bravo nel viziare i clienti sotto lo sguardo attento della moglie Rossana!

Cosa aspettate! Stefano ed il suo team vi aspettano!

Stefano Bonomi Instagram stefano_bonomi

Sito web http://stefano-bonomi.business.site/ 

A seguire alcuni video mentre Stefano mi taglia i capelli…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NELLO STATO DEL COLORADO SONO STATI APERTI DEGLI HOTEL CANNABIS-FRIENDLY

Fino a qualche anno fa le patrie della marijuana erano Amsterdam e la Jamaica. Oggi è diventata Denver la capitale della legalizzazione della cannabis. In Italia è ancora lontana, mentre si sta rivelando un vero e proprio business economico in Colorado dove è stata applicata la legge a favore nel 2012.

A Denver sono stati “lanciati” dei “Bud and Breakfast“, sostanzialmente “germoglio e colazione”, veri e propri hotel cannabis friendly in pernottamento e prima colazione.

Questi hotel hanno la funzione di socializzazione e rilassamento. Inoltre offrono tutto il necessaire per il consumo di marijuana in qualsiasi forma: tubi, inalatori e narghilè sono a disposizione dei clienti. Si può fumare solamente nelle aree comuni per favorire la socializzazione magari in occasione degli happy hour in cui la cannabis diventa anche ingrediente di sfiziose ricette.

La colazione è molto abbondante dato gli attacchi di  fame post fumata che assalgono i clienti. Alcuni di questi hotel sono muniti di SPA dove la marijuana è  ovviamente l’elemento principale per massaggi e trattamenti benessere. Insomma cucina, yoga e massaggi tutto a base di cannabis!

Ecco alcuni nomi di “Bud and Breakfast” cannabis friendly di Denver:images

Highlands B&B

Downtown Denver Condos

1899 Victorian Vacation Rental

Chi vuole provare?

 

SICILIA

Febbraio 1999/ Agosto 1999                                  SICILIA            (viaggio di 15 gg)

La Sicilia mi è piaciuta talmente tanto che ci sono stata due volte nello stesso anno. Inizialmente decisi di andarci nel mese di Febbraio in un hotel con centro termale per unire le coccole della SPA con le visite dell’isola per poi tornarci in Agosto usufruendo anche del mare. Soggiornai a Sciacca, in provincia di Agrigento. Sciacca è una bellissima cittadina di mare rinomata per il turismo e, come vi ho già anticipato, per le terme. E’ ricca di monumenti e di chiese ed è nota per il suo storico carnevale. Ho partecipato come spettatrice a questa manifestazione carnevalesca che si svolge in Febbraio e che viene considerata tra le più popolari della Sicilia e d‘Italia. In effetti ricordo una bella festa con carri spettacolari e costumi molto curati nei particolari. Divertente e folkloristico lo consiglio a tutti i turisti che si trovano in zona a Febbraio.

Collego la Sicilia al buon cibo! Arancini di riso, caponata, pasta con le sarde, cassata, cannoli… mi viene appetito solo a ricordare tutte queste bontà. La regina delle squisitezze è la granita, dolce tipico freddo. Viene spesso confusa con il sorbetto ma è differente ed è preparata con acqua, zucchero e altri ingredienti come frutta, mandorla, pistacchio, caffè o cacao. Superlativa accompagnata dalla brioche!

Imperdibile da visitare è l‘area archeologica “la Valle dei Templi” caratterizzata da una serie di importanti templi dorici. Dal 1997 è stata inserita nei patrimoni dell’umanità redatta dall’UNESCO ed è considerata il simbolo della città di Agrigento oltre ad essere uno dei principali dell’isola. Il mio arrivo in questo luogo fu sconfortante! Mi trovai davanti a diversi gradini e ad una strada sconnessa difficile da percorrere in sedia a rotelle. Fortunatamente mi vennero in aiuto i diversi visitatori che si trovavano lì in quel momento. La Sicilia è antica e le sue bellezze sono purtroppo piene di barriere architettoniche che ostacolano il disabile. Con un po’ di fatica riuscii a raggiungere le necropoli, la tomba di Terone, le fortificazioni, l‘Agorà e i resti del tempio di Zeus Olimpio.

Valle dei Templi
Valle dei Templi

Questi luoghi sono molto suggestivi e in Febbraio il tutto era reso ancora più bello dai tanti alberi di mandorli in fiori che ci circondavano. Agli inizi del mese di Febbraio, proprio dalla Valle dei Templi, inizia la Sagra del Mandorlo in Fiore. E’ una manifestazione e festa popolare della città di Agrigento che si ripete ogni anno e che ha la durata di una settimana. Ha l’obbiettivo di festeggiare in anticipo la primavera con il fiorire dei mandorli. Da ogni parte del mondo giungono gruppi folkloristici dato che la festa ha accresciuto il proprio significato culturale mandando messaggi di pace a tutte le popolazioni.

In Sicilia arrivai con un volo da Milano e atterrai all’aeroporto intitolato alla memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino di Punta Raisi. Sentii parlare diverse volte riguardo a questo aeroporto di Palermo dato che pare che sia una fortuna atterrare illesi. Non è mia intenzione spaventarvi o farvi cambiare destinazione, solo che le montagne attorno creano notevoli discendenze e il vento può essere piuttosto forte. Ricordo una leggera turbolenza unita alla paura di finire in mare perché al termine della pista vi è lo strapiombo. Sicuramente fu un’esperienza adrenalinica.

Arrivando a Palermo una visita della città sarebbe da mettere in programma. La parte storica è chiamata “quattro canti”, poi la Cattedrale, il Palazzo Arcivescovile, le numerosissime Chiese e ultimo, ma non per importanza, il mare. Conosciuta e affollata è la spiaggia di Mondello.

Sicuramente i siciliani aiutano a far apprezzare i luoghi dove vivono, merito della loro simpatia e cordialità. Quando tornai a Sciacca nel mese di Agosto sfruttai anche il mare con le sue spiagge di diverso tipo. Secondo il mio punto di vista le spiagge non sono tra le più suggestive ma sono pulite. Il mare non è brutto ma nemmeno caraibico, poi è tutto relativo, dipende da quale unità di misura venga utilizzata. Credo che ci siano luoghi con mare migliore in Sicilia.

Mi mancano ancora diverse cose da visitare di questa fantastica isola italiana… Vorrei partire dalle splendida Taormina della quale ho sentito tanto parlare…

Devo metterla in coda ai miei viaggi in programma!

Valle dei Templi
Valle dei Templi

ISCHIA

Aprile 2014                               ISCHIA             (vacanza di otto gg)

L’isola d’Ischia è conosciutissima dagli italiani e anche dagli stranieri ma in pochi sanno che appartiene all’arcipelago delle isole Flegree, in Campania. Lo scorso Aprile ci sono tornata dopo 25 anni, la prima volta ero una bambina. Preferisco vivere quest’isola in primavera o nei mesi di Settembre/Ottobre, quando l’affluenza turistica è minore e si può godere al meglio di tutto quello che offre. Soggiornai al Grand Hotel Re Ferdinando nella zona di Ischia porto. Lo scelsi perché completamente accessibile in sedia a rotelle ed anche per la posizione. Ad un soffio dall’attracco dei traghetti e vicino a negozi e bar. Mi trovai molto bene, il cibo è abbondante e delizioso, il personale cordiale, privo di barriere architettoniche per disabili e con un ottimo centro termale. Si perché Ischia è conosciuta e frequentata per i suoi parchi termali che sono inclusi in quasi tutti gli hotel dell’isola.

maschera all'argilla
maschera all’argilla

Che meraviglia farsi coccolare nella SPA, trascorrere del tempo nella grotta di sale, fare una sauna e immergersi nelle acque termali della temperatura di 36 gradi.

Molto antichi sono i Giardini Poseidon Terme, parco affacciato su una splendida baia. Grandissimo complesso di piscine , vasche kneipp, vasche per bambini e perfino una piscina natatoria. Un vero spasso dove poter trascorrere l’intera giornata! A disposizione degli ospiti ci sono anche una spiaggia dorata, un centro per cure riabilitative e massoterapia e una boutique. Una vera istituzione sull’isola!

Ischia è rinomata per i suoi limoni esageratamente grossi.

10157338_10203679784903561_6098935916983378009_n

Rispetto a quelli che si trovano al nord sono davvero giganti ed anche molto pesanti! Ottimi da comprare o da regalare! Poi hanno un profumo particolare. A volte, mentre si passeggia lungo le strade, si è attirati dai fruttivendoli che li espongono in bella mostra fuori dai loro negozi. Un’infinità di scelta ricade poi sui limoncelli e liquori ricavati dai vari agrumi che sono in vendita ovunque… Quale miglior souvenir da portare a casa?

La cucina ischitana è sia di mare che di terra. Superfluo descrivere la bontà dei piatti mangiati, basta dire che tornai a casa con qualche chiletto in più! Adoro la cucina mediterranea e assaporai diversi piatti tipici. Una delle cose che più adorai e che non sono solita mangiare è la pastiera napoletana. Ed ecco a tutti voi seguaci del mio blog la ricetta per fare la VERA pastiera! Dicono che non sia per niente facile ed io preferisco di sicuro mangiarla che farla, ma provateci!

pastiera napoletana
pastiera napoletana

 

INGREDIENTI: 10 uova intere, 1kg di grano cotto, 1 kg di ricotta di vaccino, 1kg di zucchero, 10 gr di millefiori.

PREPARAZIONE: mescolare ricotta e zucchero poi aggiungere grano cotto e uova sbattute. Aggiungere aromi e far riposare per 8 ore in frigo. Poi preparare uno stampo per dolci con pasta frolla  versare il contenuto. Mettere in forno a 170 gradi per 45 minuti.

 

Cosa visitare ad Ischia… Numerosi sono i luoghi e gli itinerari consigliati. Quest’isola è divisa in zone: Forìo d’Ischia, Sant’Angelo, Casamicciola, Ischia Porto, Lacco Ameno. Una più bella dell’altra. Io vi vorrei descrivere la parte di Ischia Ponte dove si trova il Castello Aragonese.

Questa fortificazione  è collegata all’isola mediante un ponte in muratura lungo 220 metri. Bellissimo da visitare, aperto tutti i giorni della settimana per tutto l’anno. Non è però accessibile in sedia a rotelle. Si arriva fino alla fine del ponte ma non si riesce a salire. Ischia non è molto accessibile ai disabili. Ci sono numerose salite e altrettante discese, le spiagge sono piccole e non attrezzate e i taxi che girano per l’isola non sono altro che degli ape car col tendone. Una persona portatrice di handicap da sola farebbe troppa fatica, ma con degli aiuti ce la può fare benissimo, come ho fatto io del resto.

Oltre a trascorrere dei giorni in questi luoghi meravigliosi che l’isola offre, si possono fare delle escursioni. Già perché proprio dal porto di Ischia partono traghetti per Capri, Procida e per la Costiera Amalfitana. Io raggiunsi Ischia da Napoli, così ne approfittai per trascorrerci qualche ora all’andata e al ritorno prima di proseguire il viaggio verso casa. Quando arrivai al porto di Napoli rimasi affascinata alla vista del Vesuvio che, maestoso e imponente, mi si presentò di fronte.

Vesuvio
Vesuvio

Mentre al ritorno mi fermai qualche ora in più per far visita al Cristo Velato. Ubicato nella Cappella di San Severo è una scultura marmorea di Giuseppe Sanmartino considerata uno dei maggiori capolavori scultorei mondiali. Sarei rimasta ore ferma lì ad ammirare quella meraviglia!

Chi mi conosce bene e gli abituè del mio blog sanno che passione ho per i viaggi all’estero. Ma la nostra Italia è ricca di luoghi stupendi quindi visitiamola ma soprattutto valorizziamola!