Tag Archives: zafferano

RED’S HOTEL, IL LUSSO NEL CUORE DELLA BRIANZA

Barzanò, Lecco.

L’hotel Red’s è un luogo unico dal design moderno ed elegante che affonda le proprie radici in una storia di cinque generazioni di passione per l’ospitalità. L’Hotel è situato a Barzanò nel territorio collinare della Brianza in una posizione tranquilla e rilassante a pochi chilometri dal Lago di Como, Monza, Milano e Bergamo. Questo rende Red’s Hotel una meta ideale per il viaggiatore d’affari e per chi desidera trascorrere una piacevole vacanza di benessere, scoprendo le sorprendenti bellezze naturalistiche, artistiche e culturali, nonché le  gustose proposte enogastronomiche del nostro territorio. Lontano dai soliti standard Red’s si distingue per il servizio attento, professionale e sempre personalizzato alle esigenze di ciascun Ospite, ciò renderà ogni soggiorno una splendida esperienza.

Questo meraviglioso hotel 4 stelle è gestito dai cugini Matteo, Gianluca, Valeria, Francesca e Giulia.                          I ragazzi sono responsabili del food & beverage, entrambi sommelier, Matteo è barman.                                          Le ragazze si occupano più dell’hotel e dei meeting.

Le 34 camere, di cui due per disabili, sono confortevoli ed insonorizzate, hanno un design moderno dal look raffinato. Sono tutte dotate di accesso internet wifi e via cavo gratuito, sky tv, minibar, cassette di sicurezza. L’arredo di design è stato realizzato con materiali naturali, legni pregiati e caldi pavimenti in parquet. Le camere sono spaziose, con ampi letti king-size o letti singoli, biancheria pregiata per garantire all’Ospite comodità, riposo e rilassanti sensazioni.

Il bagno delle camere per disabili, molto spazioso, è munito di seggiolino doccia, wc rialzato con accanto un maniglione e la doccetta. Il lavandino è vuoto sotto per permettere alla sedia a rotelle di avvicinarsi al meglio.          L’intero hotel è privo di barriere architettoniche ed è provvisto di ascensore.

Red’s Lounge Bar

Affacciato su un ampio giardino con piscina, trasmette alla sola vista sensazionale piacevolezza, accoglie e avvolge gli ospiti con buona musica, invita al relax. La versatilità degli spazi fa di questo lounge il luogo ideale dove incontrare amici, discutere di business con i colleghi durante un pranzo informale o semplicemente godersi una ricca colazione o un aperitivo. Barman e sommelier qualificati sanno consigliarvi e stupirvi ogni volta con nuovi drink di tendenza, cocktail classici intenzionali, una selezione di oltre 250 etichette di vini e una vasta gamma di liquori e distillati pregiati. Sorprendente location dove organizzare feste per ricorrenze importanti e piacevoli serate a bordo piscina nella stagione estiva. Il locale è a disposizione per feste private con dj organizzabili nelle sale di Red’s Club Purple Room, luogo magico dai toni purpurei, ambiente dinamico, da inventare e reinventare all’infinito per rendere unico il vostro party.

Red’s Meeting

Location semplicemente perfetta per ospitare riunioni, conferenze ed eventi. Spazi modulabili con diversa capienza per accogliere meeting fino a 120 persone, apparecchiature tecnologiche all’avanguardia, servizio impeccabile e personalizzato,assistenza professionale garantita. Gli ambienti sono moderni, dal design raffinato dove l’illuminazione, i colori e i materiali sono studiati per favorire la concentrazione ed agire contro lo stress. Red’s Hotel propone una miscela vincente tra produttivi momenti di lavoro, svago e relax. L’Hotel è avvantaggiato dalla sua posizione, non lontano da Como, Lecco, Milano e Bergamo, circondato da un paradiso naturalistico: il Parco Agricolo della Valletta, il Parco dell’Adda, il Lago di Como, il Parco naturale regionale di Montevecchia e la Valle del Curone fanno da splendida cornice alle attività richieste. Red’s Lounge e Zafferano Bistrot offrono colazioni, coffee break, light lunch, aperitivi, cene e serate gastronomiche tematiche in un ambiente che trasmette distensione e dove anche lavorare diventa un piacere.

ZAFFERANO BISTROT

Ristorante che serve sia gli Ospiti dell’hotel che la clientela esterna presente nella guida Michelin. Zafferano Bistrot si presenta agli Ospiti dell’Hotel e a chiunque ami l’estetica e la sostanza come ristorante capace di coniugare i gusti tradizionali con la fantasia dei piatti proposti. Le sale e il dehor affacciati sul verde della terrazza giardino offrono occasioni di relax. La cucina interpreta la tradizione di piatti classici rivisitati con  un tocco originale ispirato all’uso di spezie pregiate, prima fra tutte lo zafferano. Lo studio e la ricerca di prodotti genuini reperiti sul territorio locale e nazionale sono fondamentali per la qualità dei piatti sempre elaborati con amore per la buona tavola. Particolare attenzione è dedicata ai condimenti e alle cotture per mantenere inalterata la freschezza delle materie prime. Zafferano Bistrot è dunque un “bistrot moderno”, luogo conviviale di svago per passare una serata in atmosfera e vivere il piacere dell’incontro.

https://www.viamichelin.it/web/Ristorante/Barzano-23891-Zafferano_Bistrot-3fia4vh

 

IL PUNTO DI FORZA DELL’HOTEL L’accoglienza sincera, spontanea, sempre con un sorriso! L’alta qualità nel food e nel beverage a 360° dalla colazione al mattino fino al drink dopocena servito al lounge bar. Il servizio attento e premuroso ma non invadente.

I cugini Redaelli vi aspettano! Per maggiori info e prenotazioni cliccate qui www.redshotel.it/

 

 

BALI

Aprile 2012 BALI (viaggio di 13 gg)

Come mio primo viaggio in Oriente, su suggerimento della mia agente di viaggi, ho scelto di andare nell’isola più famosa dell’arcipelago indonesiano: Bali.
Facente parte delle isole della Sonda, soprannominata anche “isola degli Dei”, Bali è un paradiso che affascina tutti i suoi visitatori. E’ il luogo perfetto per chi desidera una vacanza all’insegna del mare, del sole, del relax, del divertimento, ma anche per chi vuole visitare e conoscere differenti culture. La temperatura media annuale è di 30 gradi, ma è consigliabile visitarla nei mesi che vanno da Aprile ed Ottobre per evitare le forti e lunghe piogge.

Tempio di Mengwi
Tempio di Mengwi

L’oriente, a differenza delle Americhe e dell’Australia, presenta più barriere architettoniche e per un disabile non sempre è facile muoversi, specialmente da solo. Al contrario, secondo la mia opinione, quello che ti lascia dentro l’oriente, rispetto all’occidente, è davvero magico! Accantonando le varie bellezze paesaggistiche che se ne trovano di differenti e di particolari in ogni parte del mondo, la spiritualità che si trova in questi paesi si avvicina al misticismo. Come in India, anche qui ho prenotato da casa una persona del posto che mi ha aiutata a superare tutte le difficoltà. Ho trovato estremamente gentili i balinesi, non facevo in tempo a chiedere che mi venivano in aiuto. Col mio assistente, con una guida parlante italiano e con l’autista del pulmino abbiamo iniziato il nostro tour dell’isola.


Di diverso tipo sono i templi, grande novità per me non essendo mai stata in Asia in passato.
Difficile giudicare quale sia il più bello o il più maestoso, ma il mio preferito in assoluto è stato il Tanah Lot. Affacciato sull’Oceano Indiano, è uno spettacolo per i suoi visitatori che lo ammirano soprattutto al tramonto. Il terreno circostante è molto sconnesso e non è facile da raggiungere in sedia a rotelle. Ma tramite una rampa che raggiunge una piccola terrazza lo si può vedere in tutto il suo splendore dall’alto.


Numerose nell’isola sono le terrazze di riso, visibili in diverse zone. Questi terreni vengono chiamati le “scalinate che portano agli Dei” e le ho potute osservare da vicino pranzando in un ristorante locale che si affaccia su alcune di esse.

terrazze di riso
terrazze di riso

Tra una visita e l’altra, si passa attraverso paesini dove, dal pulmino, si può ammirare la differente vegetazione dell’isola, i mercati lungo le strade e le case con i loro tempietti. Ogni abitazione è infatti munita di un tempio privato per pregare. In tutta Bali ci sono, in questo modo, più templi che case. A proposito di case, la guida ce ne ha fatta visitare una tipica balinese.
E’ un’abitazione fatta di pietra con tetti di paglia dove tutt’ora alcune persone locali ci vivono.
Non ha un unico corpo ma è suddivisa in diverse stanze tutte separate tra loro. L’ingresso, la cucina, la camera dei genitori, quella dei figli, il pozzo, il tempietto e il giardino. Strane alcune loro usanze, come quella di sotterrare la placenta dei figli fuori dalla loro stanza . Visitando la cucina noto che la moglie stava preparando delle offerte coi fiori da donare di fronte ai templi. Usanza tipica locale induista.

casa tipica balinese
casa tipica balinese

Mi piace molto mescolarmi con le persone del posto conoscendo i loro usi e costumi. Per me il viaggio deve soprattutto essere questo.
Ho visitato in lungo e in largo quest’isola da sogno arrivando, talvolta con fatica, in quasi tutti i luoghi.
Ma quello che più ricordo con gioia di questo viaggio è stata la gentilezza delle persone, i saluti con i loro inchini, la loro semplicità nel modo di vivere e la devozione alla religione induista.
Mi sento fortunata nell’aver potuto assistere, tre o quattro volte, ai cortei delle cerimonie funebri che incontravo lungo il tragitto. Le strade restavano bloccate così come noi che, dal nostro van, cercavamo, con molta curiosità, di non perdere nessun movimento.
Una bara fasciata di bianco e posta in alto a un carretto apriva il corteo diretto alla cremazione.
Ad ogni rotonda che si incontrava, facevano girare la bara più volte, in modo che l’anima perdesse la via di casa ed entrasse nella vita successiva senza ricordare nulla di quella precedente.
Gli uomini suonavano tamburi, le donne cantavano accompagnate dalla musica e tutto questo spettacolo non ricordava certo una festa d’addio.
Le spezie sono sicuramente l’elemento che accomuna tutte le zone dell’isola.
Per insaporire piatti gustosissimi vengono utilizzati zenzero, curry, zafferano, peperoncino, basilico, aglio etc. etc.


Ho mangiato diversi piatti tipici locali, tra i più famosi ci sono i Bakmi goreng, spaghettini fritti con verdure e il Nasi goreng, riso fritto con pezzettini di carne fritta, gamberetti e uova.
Non mi è mancata la cucina italiana e non mi sono stancata di quella balinese.
Mi è anche capitato di comprare del pesce fresco al mercato di Jimbaran, piccolo villaggio di pescatori sul mare, per poi farmelo cucinare al momento e gustarlo sulla spiaggia.74 78 79
Bali è molto rinomata anche per lo shopping: oltre alle spezie menzionate qui sopra, si trovano oli profumatissimi per massaggi, creme, saponi e bagni schiuma, borse, ciabattine di perline e batik di diversi tipi e colore. Con questi ultimi si possono far confezionare vestiti su misura nel giro di 48 ore.
Se ne trovano tantissimi nei mercati caratteristici all’aperto o nei vari negozi di stoffe. Non vi sono spiagge e mare caraibici sull’isola, anche se ho trovato località balneari molto carine.
Andando controcorrente rispetto a quello che si dice o che si scrive, mi è piaciuta molto Kuta. Diventata un pò troppo turistica negli ultimi anni, offre mare piuttosto bello, spiaggia larga, negozi, numerosi ristoranti e bar. Patria per surfisti, la animano popolando cosi la spiaggia con le loro tavole colorate col loro stile hippie.


Non ho introdotto ogni singolo posto visitato preferendo scrivere qualche curiosità, sensazione ed emozione.

Commentate e condividete le vostre qui sotto…potrebbero essermi utile nel ricordare particolari di viaggio…